Fat Boy Slim in Parlamento

di Stefano Cuzzocrea Commenta

Rock in parlamento? Fuocherello. In quello inglese è più in voga la dance. Già perché, in virtù di un’iniziativa benefica “Last Night A DJ Saved My Life Foundation“, Fatboy ha suonato il suo dj-set sul terrazzo del Parlamento, o meglio sul terrazzo del bar del Parlamento inglese, precisamente alla House of commons, al Palazzo di Westminster.

Lui non ha dubbi: “Mi sono esibito in posti elettrizzanti e unici di tutto il mondo, da Bondi Beach alla Muraglia Cinese e anche in un igloo, ma esibirmi alla Camera dei comuni dev’essere la cosa più unica che ci sia“, dichiara, facendo un po’ il riassunto delle puntate precedenti.

Quali puntate? Ebbene, a 49 anni suonati, Fat Boy Slim, o meglio Norman, può vantare tanti primati, non ultimo uno giovanilistico, pare infatti che non smetta di stimolare le nuove generazioni: “DJ. Skrillex mi ha detto che ha smesso di suonare nelle band e di essersi messo a fare il DJ dopo avermi visto lavorare”, aveva spettegolato, fiero, qualche mese fa.

E adesso può vantarne anche un altro. No, non il semplice set in un luogo tanto istituzionale, ma le reazioni dei seriosi politici inglesi: Stephen Mosley, parlamentare conservatore, ha diffuso su Twitter una foto di Fatboy ai piatti, segno che qualcosa sta cambiando e che i politici non sono poi così anacronistici o conservatori. Che poi sia un bene o un male è un altro discorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>