Street Opera: il doc con Clementino, Gué Pequeno e tanto rap italiano

di Pina Commenta

Verrà presentato per Alice in Città, sezione parallela della Festa del Cinema di Roma 2015, “Street Opera”, il documentario di Haider Rashid che rappresenta un viaggio all’interno del rap italiano e del suo pubblico.

streetopera1

Nel documentario troviamo Clementino, Gué Pequeno, Danno, Tormento ed Elio Germano delle Bestierare.

Di seguito vi mostriamo il trailer di questo documentario.

Questa la sinossi:

“Street Opera” è un viaggio all’interno del rap italiano e del suo pubblico attraverso il ritratto di quattro rapper simbolo di correnti e periodi diversi. Clementino, Gué Pequeno, Danno e Tormento, accompagnati da Elio Germano – attore e rapper del gruppo Bestierare – ci trasportano in un mondo nato oltre vent’anni fa alla periferia della musica italiana, ed arrivato in vetta alle classifiche, diventando la musica più in voga fra i giovani, che da essa si sentono rappresentati. Il ventennio italiano 1994-2014 è rappresentato attraverso un ritratto impressionistico di questi cinque artisti e della loro esperienza sul palco, mostrando il lato vero di questa cultura e degli artisti che la praticano: l’impegno, la passione e la volontà di diventare maestri di rime.

Le riprese del film si sono sviluppate nel corso di quasi due anni, da ottobre 2013 ad agosto 2015, seguendo i concerti dei quattro artisti principali in svariate città italiane, con una troupe snella e quanto più invisibile possibile. La troupe ha ottenuto un accesso molto intimo agli artisti, alcuni dei quali non apprezzano solitamente di essere ripresi durante i loro concerti. La produzione è passata da locali noti in tutta Italia come l’Alcatraz di Milano ai centri sociali o spazi occupati in cui hanno luogo serate hip-hop underground.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>