Esce “Time” di Rod Stewart

di Stefano Cuzzocrea Commenta

Sono passati ben 12 anni. Come mai Rod Stewart ha interrotto il silenzio?

“Circa un anno fa ero bello tranquillo a casa mia in Inghilterra, quando è saltato su Jim Cregan e mi fa ‘dai, scriviamo una canzone’. E io gli faccio: ‘Ma non ne ho voglia, è finito il tempo delle nuove canzoni’. Ma alla fine ci siamo messi giù, io ho iniziato a canticchiare una melodia, lui l’ha scritta, se l’è portata via; me l’ha rimandata dicendo: ‘Guarda, mica male’.Allora io gli ho scritto sopra un po’ di testo ed è da lì che le cose si sono messe a scorrere”.

Insomma il nuovo album è partito con una chiacchierata tra vecchi amici. E adesso arriva la notizia che tutti aspettavano: il disco arriverà nei negozi a brevissimo. Il titolo che è stato scelto è “Time”, del resto di tempo ne è passato un bel po’: sarà il suo primo album di canzoni scritte ad hoc dal 2001 ad oggi.

Una dozzina di anni passati a fare altro, ma sempre cose che hanno a che fare con la musica ovviamente. Dal 2003, infatti, Rod Stewart è stato impegnato nel progetto Great American songbook che, principalmente negli USA, gli ha regalato buone soddisfazioni: “Stardust: the great American songbook 3” si è spinto fino al numero 1, mentre il più recente “Fly me to the Moon…The great American songbook volume V” si è piazzato al quarto posto.

Ma adesso per lui pare sia finito il tempo delle cover.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>