Alessandro Casillo – Niente da perdere – Testo

alessandro casillo niente da perdereA gennaio arriverà il secondo album di Alessandro Casillo, il giovanissimo cantante lanciato nel 2011 dalla trasmissione Io Canto.

Non si conosce ancora il titolo del nuovo album né la sua data ufficiale di release, che comunque dovrebbe essere entro il mese di gennaio, ma possiamo già ascoltare il primo singolo estratto, “Niente da perdere“, che Alessandro Casillo ha presentato proprio sul palco della trasmissione che lo ha reso famoso. Qui potete vedere il video ufficiale e il testo.

Testo – Niente da perdere

In questa lotta ti offro la mia bocca, l’anima è già rotta…
Quindi non attacca…
Ti butta la coperta corta, dietro questa faccia lacrime ghiacciate.
Tu mi regali baci che cadono giù come stelle che non si tengono più:
sono solo quello che resta di me.
Senza lei non c’è, niente da perdere.
Non ho più lacrime. Ora nel cuore, è dicembre.
Niente da perdere, né da pretendere. Ora nel cuore, è dicembre.
La terra è in fiamme, siamo braccia e gambe. Fuggi tra le onde, fiumi senza sponde.
Le unghie stringono ferite, ma non sanno niente. Il cuore si nasconde.
Tu stai cercando quello che io non ho più, per riempire le mani ma non basterà.
Strappa quello che resta di me, se ti va.
L’amore non ha niente da perdere, non ho più lacrime. Ora nel cuore è dicembre.
Niente da perdere, né da pretendere. Ora nel cuore, è dicembre.
Ma tu chiedi di più, di una carezza.
Chiedi di più della mia assenza.
E poi, non lo dare a me tutto il bene che hai.
Chiedilo perché non lo ridarei mai.
Pensa prima a te, pensa prima a te…
che per me non c’è, che per me non c’è.
Pensa prima a te, pensa prima a te…
che per me non c’è niente da perdere, non ho più lacrime.
Ora nel cuore, è dicembre. Niente da perdere, né da pretendere, è solamente dicembre.

In questa lotta ti offro la mia bocca, l’anima è già rotta…
Quindi non attacca…
Ti butta la coperta corta, dietro questa faccia lacrime ghiacciate.
Tu mi regali baci che cadono giù come stelle che non si tengono più:
sono solo quello che resta di me.
Senza lei non c’è, niente da perdere.
Non ho più lacrime. Ora nel cuore, è dicembre.
Niente da perdere, né da pretendere. Ora nel cuore, è dicembre.
La terra è in fiamme, siamo braccia e gambe. Fuggi tra le onde, fiumi senza sponde.
Le unghie stringono ferite, ma non sanno niente. Il cuore si nasconde.
Tu stai cercando quello che io non ho più, per riempire le mani ma non basterà.
Strappa quello che resta di me, se ti va.
L’amore non ha niente da perdere, non ho più lacrime. Ora nel cuore è dicembre.
Niente da perdere, né da pretendere. Ora nel cuore, è dicembre.
Ma tu chiedi di più, di una carezza.
Chiedi di più della mia assenza.
E poi, non lo dare a me tutto il bene che hai.
Chiedilo perché non lo ridarei mai.
Pensa prima a te, pensa prima a te…
che per me non c’è, che per me non c’è.
Pensa prima a te, pensa prima a te…
che per me non c’è niente da perdere, non ho più lacrime.
Ora nel cuore, è dicembre. Niente da perdere, né da pretendere, è solamente dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>