Baustelle – Monumentale – Testo

Baustelle_Fantasma-cover-586x586Monumentale è uno dei singoli dei Baustelle  tratto dal loro ultimo album, Fantasma, dopo La morte (non esiste più) e Nessuno.

Il brano s’ispira al cimitero Monumentale di Milano ed è stato definito dalla band toscana “un invito a ricercare la vera vita laddove per consuetudine la vita finisce”.

Il pezzo s’inserisce dunque pienamente nel concept di un album raffinato e profondo, riaffermando i temi principali del disco come il trascorrere del tempo e il rapporto tra presente ed eternità.

Di seguito il testo di Monumentale.

Testo – Monumentale

I cimiteri non danno pensieri,
sei tu che ti sbagli, se stanco, disperi
E piangi per colmare i buchi dell’assenza,
vive come il pieno la vacanza e non spira mai.
Quindi lascia perdere i dibattiti,
la rete, i palinsesti
per un giorno non studiare,
non chattare, ma piuttosto
stringi forte chi ti ama,
fra le mute tombe del monumentale,
non c’è Dio e non c’è male, solo vaga oscurità.
I camposanti non hanno rimpianti,
sei tu che li covi, li rendi fantasmi,
li canti per sentirne meno la mancanza,
come non bastasse l’esistenza e l’eco che fa.
Giace qui ad libitum la tua imbecillità.
Quindi lascia perdere i programmi
coi talenti, i palinsesti,
per piacere non andare a navigare sulla rete,
stringi forte chi ti vuole bene
tra le tombe del monumentale,
trovi Dio, trovi Montale, ed un’opaca infinità.
Quindi lascia perdere i salotti
coi talenti e le baldracche,
vieni all’ombra dei cipressi
dona amore, al pomeriggio
a chi sospende la sua vita
tra le urne amiche del monumentale,
di realtà e d’irreale, vieni a fartene un’idea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>