Diamanti e caramelle, Nomadi – Testo e audio

Diamanti&Caramelle è il titolo del nuovo album degli Stadio, pubblicato  lo scorso 27 settembre. Da venerdì prossimo, 14 ottobre, arriva nelle radio il singolo eponimo del disco. Alla fine di agosto invece era stato rilasciato Gaetano e Giacinto, che aveva anticipato l’uscita dell’album. Dopo il salto potete ascoltare e leggere il testo della canzone dei Nomadi, i quali da novembre saranno in tour nei teatri italiani, a partire da Torino( il 19 novembre).Prima però ecco cosa dice a proposito del brano il leader degli Stadio, Gaetano Currieri:

Quando abbiamo scritto “Diamanti e Caramelle” ho capito subito che sarebbe stata la canzone che avrebbe dato il titolo a tutto il progetto discografico. Esprime dei concetti profondi sul senso della vita e dell’amore, paradossalmente potrebbe anche essere letta anche in “chiave sociale”. Proprio questa sua capacità di raccontare emozioni e mondi diversi l’ha resa ideale per raffigurare il “concept” del nostro nuovo album. La bellezza dei diamanti e la dolcezza delle caramelle, facendo attenzione però che non sempre ciò che appare bello poi lo sia davvero.

Diamanti e caramelle – Testo

Sei stata grande più dell’universo
più semplice del pane
più calda dell’acciaio fuso
e fragile come carta di giornale
sei stata un passaggio perfetto
sono io che ho sbagliato
potevo calciare più in basso
ma forse è stato meglio sbagliare
a volte serve per imparare
non c’è lezione che non faccia male
ogni minuto il tuo pensiero mi assale…
Qui è come se domani
non ci fossero più stelle
è come se diamanti
diventassero caramelle
è come se il mattino
non portasse mai più il sole
è come se ogni mio gesto avesse un nome
errore
e sono qui.
Sei stata bella come un giorno al tuo fianco
distratta come la lontananza
veloce come il tempo che passava
di notte nella tua stanza
sei stata pioggia sui nostri sbagli
un libro aperto quando piangevi
sei stata forte nel chiedere aiuto
e commozione quando lo hai dato
non c’è lezione che farà più male
di stare fermo seduto a aspettare
Ma è come se domani
non ci fossero più stelle
è come se diamanti
diventassero caramelle
è come se il mattino
non portasse mai più il sole
come se il mio destino avesse un nome
errore
e sono qui.

Ma è come se domani
non ci fossero più stelle
è come se diamanti
diventassero caramelle
è come se il mattino
non portasse mai più il sole
come se ogni mio giorno avesse un nome
errore
ma resto qui
io resto qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>