Fedez feat. J Ax – Viva l’Iva – Testo

fedez cover album 555x555 275x150 Fedez feat. Malika Ayane   Sirene   Testo Viva l’Iva è uno dei singoli contenuti nel nuovo album di Fedez, Pop-Hoolista, quarto disco del rapper, uscito il 30 settembre 2014.

Il disco ha debuttato alla prima posizione della classifica italiana degli album, venendo certificato disco d’oro dalla FIMI a una sola settimana dalla sua pubblicazione.

Questo brano è stato realizzato con la collaborazione di J- Ax, amico e collega, co-fondatore dell’etichetta Newtopia. Di seguito il testo di Viva l’Iva.

Testo – Viva l’Iva

La-la
Rubi il mio fatturato
Ma qui non è reato
Perchè tu sei lo Stato
Mi rubi il fatturato
Quando arrivo a fine anno tutto quello che guadagno noi dobbiamo fare a metà
Il lavoro non ha prezzo forse vale quanto il pizzo mi domando io che senso ha
Sono tutti tristi, imprenditori artisti, noi poveri cristi, per loro non esisti
Sopra i conti in banca come equilibristi
L’Italia è una Repubblica salvo imprevisti
Rubi il mio fatturato
Ma qui non è reato
Perchè tu sei lo Stato
Perchè tu sei lo Stato
Perchè quando ti arriva
Non aver scatti d’ira
Perchè quando ti arriva
Grida con me Viva l’IVA
Cominciamo a dire che in Italia nasci indebitato
L’equivalente di vergine divorziato
Non te la dà, devi mantenerla
Spende milioni di make up, non va mai in palestra
Ha danni strutturali, si crede una top model
Così le nostre tasse hanno funzioni fantasiose
Non vanno gli ospedali ma costruire il MOSE
Hanno idee geniali prese dai cartoni animati di Will Coyote
Alzare l’IVA piace anche ai comunisti
L’unica Iva dichiaratamente adesso è la Zanicchi
Con le tasse pagate non si diventa ricchi
Anzi pigli le mazzate come Uber dai tassisti
La religione nazionale dice alzati e fattura lazzarone (amen)
E l’evasione è peccato mortale ma la multinazionale si guadagna il paradiso
Il paradiso fiscale
Rubi il mio fatturato
Ma qui non è reato
Perché tu sei lo Stato
Perché tu sei lo Stato
Perché quando ti arriva
Non aver scatti d’ira
Perché quando ti arriva
Grida con me Viva l’IVA
L’F24 l’assicurazione il bollo
Non ti dimenticare perché poi scatta il controllo
Da anni ci ripetono di stringere la cinghia
Senza ricordarci di girarla intorno al collo
Impiegati piegati e imprenditori prenditori
Troppi conti in rosso e troppi pochi estintori
Pensionati senza casa che fanno la notte fuori
Non possono tornare a vivere dai genitori
Italia, un Paese bellissimo in cui stare senza quelle diecimila cose che fanno cagare
Aggrappati alla rata che ti vedo stanca
Stiamo andando a fondo, siamo tutti nella stessa banca
Rubi il mio fatturato
Ma qui non è reato
Perché tu sei lo Stato
Perché tu sei lo Stato
Perché quando ti arriva
Non aver scatti d’ira
Perché quando ti arriva
Grida con me Viva l’IVA
Rubi il mio fatturato
Ma qui non è reato
Perché tu sei lo Stato
Perché tu sei lo Stato
Perché quando ti arriva
Non aver scatti d’ira
Perché quando ti arriva

Grida con me Viva l’IVA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>