Let it go – Dragonette – Audio, testo e traduzione

Dopo i successi di Hello e Big in Japan, i Dragonette tornano con un nuovo successo, Let it go, un singolo che conquisterà presto le radio di tutto il mondo. Il singolo, offerto in download da qualche ora, è tutto da ballare. Cosa ne pensate? Scopritelo dopo il salto!

Let it go – Audio

Let it go – Testo

We get a little faded the colours go
Running out of all our clothes
And the flash don’t light when the battery’s slow

When you could stamp a foot down through the floor
It’s a better plan by far
To blow off the roof and let in the dark
So we better get started

And if I were you, I’d let it go
And feel it all over inside like a chemical
Cos to tell the truth I don’t know
If it’s [several good?]

Chorus
We don’t need a cure for the weight of the world
Cause it’s floating round in the universe
Just swinging like it’s tied by a string that you own
Let it go

We could dig a hole right down into
Somewhere it’s deep as black and blue
And fill it with a crowd and the sound right now

And we could carve a tunnel under
And find out just how low it goes, it goes
And we run out of dirt on the other side when we see the light

And if I were you, I’d look up
And find a place there in the sky where there’s room enough
To spread it out, on the ground
To wait in line when you come down

Chorus
We don’t need a cure for the weight of the world
Cause it’s floating round in the universe
Just swinging like it’s tied by a string that you own
Let it go
Let it go
Let it go

Then you could stamp a foot down through the floor
Yes you better plan by far
To blow off the roof and let in the dark, let in the dark, dark, dark
So we better get started, started, started
Yeah we better get started, started, started

Chorus
We don’t need a cure for the weight of the world
Cause it’s floating round in the universe
Just swinging like it’s tied by a string that you own
Let it go
Let it go
Let it go
Let it go

Let it go – Traduzione

C’erano molti colori sbiaditi
Che correvano per i nostri vestiti
E il flash non illumina se la batteria è poca

Quando potevi imprimere un’orma sul pavimento
Faresti meglio a fare un piano futuro
Per buttare giù il tetto e rimanere nel buio
Faremmo meglio a iniziare

Se se fossi stato tu ti avrei lasciato andare
E lo sentivo dentro come una chimica
Non so se è bene
Dire la verità

Ritornello
Non abbiamo bisogno di una cura per il peso del mondo
Perché sta galleggiando attorno all’universo
Come legato da una stringe che possiedi
Lascia andare

Potevamo scavare un buco attorno
Da qualche parte è profondo, come blu e nero
Riempilo adesso con la gente e il suono

Avremmo potuto scavare un tunnel
E scoprire quanto è profondo
E scappiamo dallo sporco per muoverci dall’altra parte, dove c’è la luce

E se fossi tu avrei guardato su
E avrei trovato il cielo per cercare un posto con abbastanza camere
Per espandersi, al suolo
Per aspettare in coda la tua discesa

Ritornello

Quando potevi imprimere un’orma sul pavimento
Faresti meglio a fare un piano futuro
Per buttare giù il tetto e rimanere nel buio, nel buio, nel buio
Faremmo meglio a iniziare, iniziare, iniziare
(x 3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>