Levante – Sbadiglio – Testo

Levante è la giovane cantautrice siciliana, divenuta famosa con il brano Alfonso, che ci ha accompagnato per tutta l’estate scorsa. Dopo il successo di Alfonso, è stata la volta di un altro pezzo molto orecchiabile Memo, ed ora tocca a Sbadiglio. Questo nuovo singolo, estratto dall’album Manuale distruzione (ancora senza data di uscita) era stato scelto per essere presentato alle selezioni di Sanremo Giovani 2014, ma non ha avuto fortuna.

Anche se non ha conquistato il palco dell’Ariston, Sbadiglio, così melodico e frizzante, sta conoscendo già un certo successo radiofonico e la stessa Levante si sta facendo strada nel mondo della musica che conta. Di seguito il testo.

Testo – Sbadiglio

Ci son stati bei momenti
Adesso ci troviam davanti
Un posacenere stracolmo
Piatti e tazze da lavare
Abbiam visto tante cose
Adesso la persiana è rotta
Troverò un giornale
Qualche cosa da guardare alla Tv
Che dejà vu … ti ho visto sbadigliare

A me sembrava bellissimo
Quel silenzio catartico
A guardare le stelle
Aspettarle cadere
Poi cercarsi la pelle
Senza trovarsi mai

Nella quiete della stanza
L’eco dei respiri e basta
Non c’è più da fare
In questa casa che ci crolla addosso e noi ancora alla Tv
Che dejà vu … ti ho visto sbadigliare

A me sembrava bellissimo
Quel silenzio catartico
A guardare le stelle
Aspettarle cadere
Poi cercarsi la pelle
Senza trovarsi mai
Con le braccia conserte per scaldarsi il cuore
A me sembrava romantico
Quel silenzio catartico
A guardare le stelle
Aspettarle cadere
Poi cercarsi la pelle
Senza trovarsi mai… e ancora sbadigliare

… con le braccia conserte per scaldarsi il cuore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>