Ligabue – M’abituerò – Testo e audio

M’abituerò è uno dei brani inediti di Ligabue contenuti nell’album live Campovolo 2.011. In realtà, M’abituerò è una canzone che Ligabue registrò con i ClanDestino e che il cantautore scrisse per l’album Sopravvissuti e sopravviventi del 1993. Dopo il salto, potrete ascoltare la canzone con il relativo testo.

Video

Testo

M’abituerò a non trovarti
m’abituerò a voltarmi e non ci sarai
m’abituerò a non pensarti
quasi mai, quasi mai, quasi mai

Alla fine
c’è sempre uno strappo
e c’è qualcuno che ha strappato di più

Non è mai
qualcosa di esatto
chi ha dato, ha dato e poi
chi ha preso, ha preso tutto quel che c’era
non conta più sapere chi ha ragione
non conta avere l’ultima parola
ora

M’abituerò a non trovarti
m’abituerò a voltarmi e non ci sarai
m’abituerò a non pensarti
quasi mai, quasi mai, quasi mai.

Alla fine
non è mai la fine
ma qualche fine dura un pò di più

Da qui in poi
si può solo andare
ognuno come può
portando nel bagaglio quel che c’era
e le macerie dopo la bufera
ricordi belli come un dispiacere
ora

M’abituerò a non trovarti
m’abituerò a voltarmi e non ci sarai
m’abituerò a non pensarti
quasi mai, quasi mai, quasi mai

M’abituerò a non trovarti
io m’abituerò a voltarmi e non ci sarai
m’abituerò a non pensarti io
m’abituerò quasi mai, quasi mai

M’abituerò
m’abituerò a voltarmi e non ci sarai
m’abituerò
quasi mai quasi mai quasi mai.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>