Luca Carboni – Riccione – Alexander Platz (testo e audio)

Da venerdì prossimo, sara in rotazione in tutte le radio, il nuovo singolo di Luca Carboni, Riccione – Alexander Platz. Il brano è il terzo singolo estratto da Senza Titolo, l’ultimo album di inediti del cantautore bolognese. Con questo pezzo, Luca ha ammesso di aver voluto mettere a confronto i sogni e le speranze della sua generazione, prima della caduta del muro di Berlino e dopo. Dopo il salto, potrete ascoltare il brano e accedere al testo.

Audio

Testo

Credevo che negli anni ’80
fosse cambiato il mondo
il mondo invece niente
Io credevo che la gente
si potesse aiutare
si potesse consolare.

Sudati nelle discoteche
c’erano gli uomini di oggi
sembravano angeli abbronzati
e la musica leggera
sembrava potesse volare
fino a Alexander Platz.

Adesso c’è un grande silenzio
e tanta gente che sta male
che nessuno vuole aiutare.
E sembra quasi che la bomba
la bomba stia per scoppiare
almeno dammi da mangiare.

E adesso un gran silenzio
e tanta gente da sfruttare
Tanto non si può lamentare
tanto non può parlare
tanto che cazzo vuole.

Credevo che non fosse
solo pop e solo moda
solo mercato e solo droga
Credevo di essere tranquillo
di non essere deluso
di essere felice.

E invece sento un gran silenzio
e gente che batte le mani
la sera sui divani
Batte le mani al niente
con la paura del domani
sta per scoppiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>