Marracash feat. Neffa- Nella Macchina – Testo

 Nella Macchina è uno dei brani di Marracash, estratto dal suo nuovo album di inediti dal titolo Status. L’album è uscito il 20 gennaio 2015.

Nel disco ci sono 18 brani, e diverse sono le collaborazioni con nomi più o meno noti. In questo caso compare Neffa.

Di seguito il testo di Nella Macchina.

Testo – Nella Macchina

Marracash | Neffa
Sappiamo fare i conti e la ginnastica
Guardare il mare e respirare plastica
Facciamo la rivoluzione se ci va
Ma niente è come stare nella macchina
Nella macchina, nella macchina
Ma niente è come stare nella macchina
nella macchina, nella macchina
Ma niente è come stare nella macchina

Nato in salotto e cresciuto in armadio
Lavoravo in cucina e vacanza in solaio
Una macchina, frà, è tutto ciò che sognavo
Mi dicevo: “andrò lontano da qui”
Ma a livello acquistavo c’è un po’ più che schiavo
Mi ricordo acquistavo di seconda mano
Come un Cristo su un piano, però cartesiano
Oggi ci hanno crocifisso così
Corre forte e brilla come un Dio
Ho provato molte volte a salirci anch’io
Ora in questo traffico di sogni
Che ci mette l’uno contro l’altro
C’è troppa frizione tra queste persone
Tutte con la mano sul cambio

Sappiamo fare i conti e la ginnastica
Guardare il mare e respirare plastica
Facciamo la rivoluzione se ci va
Ma niente è come stare nella macchina
Nella macchina, nella macchina
Ma niente è come stare nella macchina
Nella macchina, nella macchina,
Ma niente è come stare nella macchina

C’è chi odia la macchina e sbandiera in giro che ne auspica il crollo
Dice da dentro lui sabota il mezzo che perde il controllo
Vista alla guida lo lascia parlare che serve anche Zorro
Anche se sei in una cabrio, frà, ci sei dentro fino al collo
C’è chi sogna una macchina
Che renda l’uomo un po’ più simile a una macchina
Chi ne vorrebbe una del tempo per tornare al momento
in cui l’uomo viveva senza macchina
Chi sta assieme a una tipa di cui non si fida
Vorrebbe quella della verità
Chi schiacciato in quella burocratica
Cerca di aprire la sua nuova attività
Chi va a piedi è testardo
Perché ha gli schizzi della macchina del fango
I passeggeri mica sanno dove vanno
Ma stanno comodi lì al caldo, in letargo
Ma c’è chi vede che il paesaggio sta cambiando
Che la macchina oramai non ha più traino
Anche davanti alle evidenze nessuno scende
Perché da sempre niente è stato mai più seducente

Sappiamo fare i conti e la ginnastica
Guardare il mare e respirare plastica
Facciamo la rivoluzione se ci va
Ma niente è come stare nella macchina
Nella macchina, nella macchina
Ma niente è come stare nella macchina
Nella macchina, nella macchina
Ma niente è come stare nella macchina

Andiamo in fila, andiamo dritti fino in fondo
Non aspettiamo che qualcuno cambi il mondo
Abbiamo fretta, abbiamo il tempo che ci sfugge
Entriamo perché siamo attratti dalla luce

Anche se è una cabrio ci siamo dentro fino al collo
Anche se è una cabrio ci siamo dentro fino al collo
Anche se è una cabrio ci siamo dentro fino al collo
Anche se è una cabrio ci siamo dentro fino al collo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>