Negrita – 1989 – Testo

1989 è il nuovo singolo dei Negrita, tratto dal loro nuovo disco, dal titolo 9, pubblicato il 24 marzo 2015 e prodotto da Fabrizio Barbacci.

Il nuovo album, che arriva dopo il successo di “Dannato Vivere” (Disco di Platino) e del progetto acustico “Déjà Vu”, è stato registrato al “Grouse Lodge” (Rosemount, Irlanda), masterizzato da Ted Jensen allo “Sterling Sound” (New York, Usa) e contiene 13 brani che recuperano le radici più rock della band.

Di seguito il testo de 1989.

Testo – 1989

Persi nella nuvola blu
della gioventù
Le mie mani sulle tue
Ed il cielo dentro agli occhi.
Il pieno nel piazzale di un bar,
la strada che va
L’incoscienza dell’età
Volevamo solo andare via
Il vento alza un odore di mare,
di polvere e sale
Sulla via per Marracash
Ballavamo a piedi nudi
Giorni di velluto e poesie,
disastri e utopie
A Berlino tutto ok
Mentre il muro andava in briciole!
La notte è vergine
Ti prego non tremare
I sogni strillano
Non li puoi fermare
La notte è femmina
E mi sto innamorando
I sogni strillano
E il mondo sta cambiando
E tu col tuo vestito di fiori,
sembravi una diva
per le strade di Montmartre
Era ancora primavera
Nell’autoradio punk e new wawe
Il boss e Tom Waits
Cantavamo a squarciagola
Con il cuore in piazza Tienanmen
La notte è vergine
Ti prego non tremare
I sogni strillano
Non li puoi fermare!
La notte è femmina
E mi sto innamorando
I sogni strillano
E il mondo sta cambiando
Il mondo sta cambiando
Il mondo sta cambiando
Il mondo
Il mondo
Il mondo sta cambiando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>