Piango per te – Silvia Olari – Testo e video

L’ex concorrente del programma Amici torna con un nuovo album intitolato Libera da… , album che sarà anticipato in radio da questo singolo Piango per te.

Piango per te è una canzone che segna un po’ una svolta nella carriera di Silvia Olari, abbandonati i ritmi più lenti che ne hanno decretato il recente successo in questa nuova canzone il ritmo è incalzante dalle sonorità anni 50 che esprime forza e fragilità.

Anche il video ufficiale mostra questa volontà di cambiamento dell’artista, la ritroviamo infatti in fuga tra binari, vagoni e vecchi container abbandonati da due pericolosi serial killer.

Video – Piango per te

Testo – Piango per te – Silvia Olari

Spengo la luce accesa,
fragile e offesa mi guarda da un pò.
E’ una frenesia incompresa,
di fare a pezzi un passato ingrato.
Mi chiedo se è normale,
Sbattere un pugno e
sentirsi così.
Persa in un temporale,
nel buio di un’alba crudele e lontana
Ero felice quando aprendo gli occhi
ritrovavo te.
Già ci credevo in questa favola.
Ma il tempo si è preso gioco di me.

RIT. E vado incontro a vento e grandine
e ancora io piango per te
E conto i passi lenti e aridi
un altro sentiero non c’è.
Ascolto il battito imponente del
mio cuore che soffre di più.
A breve sorte del mio cielo,
ed io ancora io piango per te.

Un’altra luce accesa,
e un desiderio che riaccenderò
con la frenesia indifesa
di fare a pezzi il presente però,
quello che sento adesso,
è un nodo in gola che soffocherà…
un grido nel silenzio,
in questa mia notte che inchioda
una nuova speranza dentro al dolore

RIT. E vado incontro a vento e grandine
e ancora io piango per te
Contando i passi lenti sento che
un altro percorso non c’è
Ascolto il battito imponente che
mi spinge a soffrire di più,
A brevi istanti del mio cielo,
ed io ancora io piango per te.

La notte è timida e nasconde gli orizzonti
quei traguardi che io ho raggiunto in salita.

RIT. Ma vado incontro a vento e grandine
e ancora io piango per te
Riconto i passi lenti e aridi,
un altro sentiero non c’è.
Rallenta il battito di un cuore
che mi spinge a soffrire di più.
Non posso credere al domani,
se ancora io piango il passato,
se ancora io piango per te,
ancora io piango per te,
ancora io piango per…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>