Placebo – Too many friends – Testo e traduzione

MTV Europe Music Awards 2009 - Show

Sono tornati i Placebo. La band composta da Brian Molko, Stefan Olsdal e Steve Forrest tornerà con un nuovo album a settembre. Il titolo della loro nuova fatica discografica sarà Loud Like Love e, in attesa della pubblicazione, i Placebo hanno  pubblicato il primo singolo estratto.

Si chiama Too Many Friends ed è un brano che indaga, alla maniera dei Placebo, le difficoltà dei rapporti interpersonali in un mondo fatto di computer e social network.

Testo – Too many friends

My computer thinks I’m gay
I threw that piece of junk away
on the champs-Elysees
as I was walking home.

This is my last communicate
down the super highway
all that I have left to say
in a single tome.

I got too many friends
too many people that I’ll never meet
and I’ll never be there for
I’ll never be there for
cause I’ll never be there.

If I could give it all away
will it come back to me someday
like a needle in the hay
or an expensive stone.

But I got a reason to declaim
the applications are to blame
for all my sorrow and my pain
I’m feeling so alone.

I got too many friends
too many people that I’ll never meet
and I’ll never be there for
I’ll never be there for
cause I’ll never be there.

My computer thinks I’m gay
what’s the difference, anyway?
When what the people do all day
is staring at the phone.

I got too many friends
too many people that I’ll never meet
and I’ll never be there for
I’ll never be there for
cause I’ll never be there.

Traduzione

Il mio computer pensa che io sia gay
ho buttato quel rifiuto sugli Champe Elyses
mentre tornavo a casa.
Questo è il mio ultimo comunicato
giù per la superstrada
tutto ciò che ho da dire in un solo tomo.

Ho troppi amici, troppe persone
che non ho mai incontrato.
E per cui non ci sono mai stato,
per cui non ci sono mai stato,
perché non ci sarò mai.

Se potessi dare via tutto,
mi tornerebbe tutto indietro
come un ago in un pagliaio
o una pietra costosa.

Ma ho una ragione per dichiarare
che le applicazioni sono da incolpare
per tutta la mia tristezza e il mio dolore:
mi sento così solo.

Ho troppi amici, troppe persone
che non ho mai incontrato.
E per cui non ci sono mai stato,
per cui non ci sono mai stato,
perché non ci sarò mai.

Il mio computer pensa che io sia gay,
che differenza fa alla fine?
Quando ciò che le persone fanno tutto il giorno
è fissare un cellulare.

Ho troppi amici, troppe persone
che non ho mai incontrato.
E per cui non ci sono mai stato,
per cui non ci sono mai stato,
perché non ci sarò mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>