Tina Turner, ecco le cinque canzoni più note

Se ne è andata dopo una lunga malattia la regina del rock’n’roll, Tina Turner. La sua vita è stata particolarmente tormentata e con tante problematiche, ma tramite la musica ha saputo veramente tirare fuori tutta la sua anima. Diamo uno sguardo a quelle che sono state le canzoni che l’hanno rappresentata di più e che hanno scritto pagine indimenticabili nella storia della musica.

Miguel Villagran/Getty Images Entertainment/Getty Images

Probabilmente la canzone che la identifica maggiormente è “Simply the Best” e, d’altro canto, potrebbe mai esistere un altro sistema per poter narrare e descrivere chi era Tina Turner. L’artista americana è scomparsa dopo una lunghissima malattia che l’ha condizionata da diversi anni nella sua abitazione in Svizzera, in quel di Zurigo.

Tina Turner è stata in grado di vendere la bellezza di ben più di un centinaio di milioni di copie ed è giusto definirla come una delle artiste più importanti e affermate dalla Seconda Guerra Mondiale ad oggi. Una vita, quella della Turner, che le ha riservato purtroppo tante brutte sorprese e tormenti, tra cui la scomparsa di ben due figli.

Eppure, Tina Turner è stata sempre in grado di rispondere colpo su colpo alle note dolenti che le ha riservato la vita, grazie a una grinta e alla potenza della sua voce, più unica che rara. Dando uno sguardo alle cinque canzoni che l’hanno resa grande, è impossibile non cominciare da “Simply the Best”. Si tratta, tra le altre cose, del titolo della compilation che l’ha resa grandissima. In questo elenco non può assolutamente mancare anche “Proud Mary”. Si tratta di una canzone che è stata registrata nella mitica stagione di Ike & Tina Turner e che risale al 1971, diventando poi la cover di un brano dei Creedence Clearwater Revival.

La terza canzone che ha reso grande Tina Turner è sicuramente “I don’t wanna lose you”. In questo brano che è stato lanciato al grande pubblico verso la fine degli anni Ottanta, ribattezzato anche come “True Love”, la Turner narra di un amore decisamente maturo e in grado di resistere nonostante il passare del tempo.

La quarta canzone che ha caratterizzato la carriera di Tina Turner è “Two People”, un singolo che è stato lanciato nel 1986 e racconta di un notevole disincanto, narrando la vita di due persone che sono finite ai margini della società e sembrano dimenticate da tutti. Chiude questo piccolo elenco anche “Golden Eye”, un brano lanciato nel 1995 e che ha fatto da colonna sonora a una delle tante missioni del noto personaggio della saga di 007, James Bond.

Pupo al Festival della canzone in Russia, scattano le polemiche

Una scelta che effettivamente ha spiazzato tantissime persone. Stiamo parlando del fatto che Pupo sarà presente nella giuria del Festival di Sanremo in Russia, che è stato chiamato Road to Yalta. Una scelta che è stata dettata senz’altro dal fatto che in territorio russo il noto cantante italiano ha raggiunto una notevole popolarità.

L’appuntamento è per il prossimo 2 maggio, quando il celebre cantante toscano parteciperà come ospite speciale del Festival di Sanremo russo. Una decisione chiaramente che sta facendo discutere e non poco, soprattutto in ragione del conflitto che dura più di un anno in Ucraina.

Questo evento, che si svolgerà a brevissimo, tra i suoi obiettivi principali ha sicuramente quello di sostenere il più possibile la propaganda russa, cercando di aumentare e rendere più forte la vera immagine del soldato sovietico, che funge da liberatore in questa guerra. Pupo dovrebbe presenziare presso il Palazzo di Stato del Cremlino, dove è stato organizzato uno spettacolare teatro che ospita al massimo sei mila persone. La partecipazione di Pupo non sembra in dubbio, dal momento che l’immagine del cantante toscano appare sul portale online ufficiale legato all’evento. Insomma, ci sono elevate probabilità che il fatto che Pupo voli in Russia per questo evento potrebbe portare a un incidente diplomatico.

Blanco e Mina, una collaborazione del tutto particolare

Una canzone che è stata sviluppata a partire da una collaborazione del tutto particolare, ovvero quella intercorsa tra Mina e Blanco. Si tratta di un brano che è stato ribattezzato “Un briciolo di allegria” e il cui debutto è avvenuto proprio in testa nella graduatoria FMI dei singoli. Non solo, visto che si è già classificato al secondo posto nella classifica radiofonica, rimanendo solamente dietro Annalisa e Mon Amour.

Si tratta di una collaborazione che è partita da un desiderio di Blanco, come aveva già messo in evidenza nel corso di recenti interviste. Questa canzone va a combinare due tipologie di voci molto differenti tra loro, ovvero quella della più grande e indiscussa cantante italiana e uno dei giovani che si stanno affermando di maggior successo nel corso degli ultimi anni.

Sono tantissimi i fan che si sono chiesti se Blanco si fosse mai incontrato con Mina nel corso della sua riunione a Lugano per la registrazione del brano. È stato lo stesso artista a togliere ogni dubbio. È stato proprio Massimiliano Pani, ovvero il figlio di Mina, nonché produttore dell’intero album, a sottolineare come in realtà questo incontro non c’è mai stato.

Clara Soccini, dopo Origami all’alba ecco un altro brano

C’è davvero una grande attesa per la nuova canzone che Clara Soccini sta per proporre al pubblico. Si tratta del brano che è stato ribattezzato “Cicatrice” e, per tutti i fan della serie tv “Mare fuori” ci sarà una grande sorpresa, dal momento che di questa nuova canzone farà parte anche un altro ben noto attore.

Dopo il grandissimo successo che è stato ottenuto con la canzone “Origami all’alba”, una canzone che sta piacendo soprattutto tra i fan della serie, ma che sta ottenendo un apprezzamento sempre più vasto anche tra coloro che non sono seguaci della ben nota serie tv. Questo brano, che è stato lanciato su tutte le piattaforme online lo scorso febbraio, ha complessivamente fatto registrare un vero e proprio boom di ascolti, visto che si parla di 24 milioni di ascolti in pochissimo tempo.

Grazie a questi dati, ecco che la bella Clara ha potuto intascarsi il disco di platino. Sempre in riferimento al brano Origami all’alba, è giusto mettere in evidenza come sia stato scritto a quattro mani, in compagnia di Matteo Paolillo, ovvero l’attore che interpreta il personaggio di Edoardo Conte durante la serie, con la produzione che si è occupata di Lolloflow.

Enrico Ruggeri e il nuovo brano che parla di Alzheimer

È stato pubblicato un singolo inedito di Enrico Ruggeri, che si ricollega a un progetto di beneficenza molto apprezzato, ovvero la raccolta fondi per “Il paese ritrovato”. Si tratta di un centro in cui sono ospitate ben 64 persone che sono state colpite da demenza senile e da Alzheimer.

Il brano in questione è stato ribattezzato “Dimentico” e parla di tematiche senza ombra di dubbio molto delicate e toccanti. Al centro della canzone la malattia dell’Alzheimer, con il celebre cantautore che vuole consentire a chi ascolta la canzone di fare un viaggio tra le fragilità e le sofferenze di chi è stato colpito da questa patologia.

Questa canzone ha come obiettivo quello di dare il massimo supporto possibile a una campagna ben specifica di raccolta fondi. Si tratta di un progetto che nasce dalla Cooperativa sociale La Meridiana Società, che si trova a Monza. In questo caso, si tratta di un centro che ospita ben 64 persone che soffrono di demenza senile e di Alzheimer. Si tratta di un borgo in cui queste persone sofferenti hanno la possibilità di muoversi in maniera del tutto autonoma, proseguendo in una vita normale, chiaramente in modo compatibile con la patologia che devono affrontare.

Addio a Harry Belafonte, il suo album Calypso da record

È scomparso Harry Belafonte: si tratta di uno dei cantanti più noti in tutto il mondo, grazie al successo che è stato raggiunto nel corso degli anni Cinquanta e Sessanta. È stato il New York Times ad onorarne la memoria. Belafonte, di anni 96, è stato dichiarato morto dal suo portavoce, Ken Sunshine. Il cantante ci ha lasciato per colpa di un’insufficienza cardiaca: classe 1927, nato nella città della Grande Mela da genitori originari della Giamaica.

Nel corso degli anni Cinquanta, come dicevamo in precedenza, Belafonte aveva raggiunto l’apice delle classiche pop, abbattendo al contempo anche tutte le barriere razziste. Infatti, in brevissimo tempo riuscì ad essere acclamato come un vero e proprio simbolo del movimento per i diritti civili. Non solo, dal momento che Belafonte ebbe il merito anche di portare al successo anche la musica caraibica, grazie soprattutto a dei brani come Day-O, oppure Jamaica Farewell.

Il suo album più conosciuto è sicuramente “Calypso”, che comprendeva tutte e due le canzoni appena citate: ebbene, si tratta di un’opera da record, dal momento che Belafonte è stato il primo artista a riuscire ad abbattere il muro del milione di copie vendute.

Ebbene, da tanti addetti ai lavori, Belafonte venne ribattezzato ben presto come “il re del calypso”, visto che ebbe il grande merito di aver donato un successo incredibile alla musica caraibica. Come dicevamo in precedenza, per l’intera sua carriera ha avuto un grande merito, ovvero quello di darsi da fare ad appannaggio dei diritti umani, spendendosi anche per sostenere un gran numero di cause umanitarie.

Belafonte era nato ad Harlem, da due genitori, come detto, nati invece in Giamaica. Si tratta di Melvin Love, che faceva la governante, e di Harold George Bellanfanti Sr. Che invece era un cuoco. Se da piccolo tornò per qualche anno in Giamaica, poi nel 1939 fece ritorno nella città della Grande Mela e lì prima frequentò la George Washington High School e poi decide di arruolarsi in marina.

Come inizia a cantare? Tutto parte verso la fine degli anni Quaranta, quando capisce di avere una bellissima voce e decide di prendere parte a qualche spettacolo ed esibizione, anche grazie alla collaborazione con l’American Negro Theatre. Il primo singolo venne lanciato nel corso del 1952, intitolato Matilda, ma il grande successo viene raggiunto prima con l’album Belafonte, rilasciato nel 1956, e poi con l’album Calypso, da cui emerge la spettacolare Banana Boat Song.

Beatrice Quinta svela un nuovissimo brano: ecco Attrazione fatale

È finalmente stato annunciato, dopo una lunga attesa, il nuovo singolo di Beatrice Quinta, la vincitrice dell’ultima edizione di X-Factor, che prende il nome di “Attrazione fatale”. L’esordio di questo nuovo singolo è in programma oggi ed è un’ulteriore testimonianza di come sia un periodo veramente d’oro per la travolgente artista uscita dal talent di Sky.

Il brano è stato lanciato in data odierna sia in radio che in digitale ed è interessante mettere in evidenza come sia già a disposizione in presave. In questo nuovo singolo, la Quinta cerca di raccontare un po’ tutte quelle sensazioni che restano addosso dopo che si è dovuto affrontare un periodo di vita piuttosto complesso.

L’obiettivo di questa canzone è quello di riuscire a trasmettere una grande forza, che si riesce a scoprire solo ed esclusivamente nel momento in cui si inizia a credere in sé stessi e nelle proprie capacità. Se da un lato la condivisione della quotidianità con un’altra persona è molto bella, va detto anche che è necessario essere in grado di stare bene anche quando si rimane da soli.

beatrice quinta

Attrazione fatale vuole diventare un vero e proprio inno a sostegno di tutti coloro che hanno la necessità di ricominciare a sentirsi forti anche quando sono in mezzo a una folla di persona, piuttosto che per urlare quando sono da soli in cameretta. Una novità che arriva solo dopo qualche settimana dalla fine del Club Showcase Tour 2023 della bella Beatrice, che ha girato in tre città importantissime, ovvero Palermo, Milano e Roma durante il mese di marzo.

Tutti questi appuntamenti hanno spinto alla creazione di una nuova canzone. Ed è innegabile come le aspettative siano particolarmente elevate, a maggior ragione dopo il successo pazzesco che è stato ottenuto dal brano $e$$o, che è stato pubblicato mentre la Quinta era ancora impegnata a X Factor e che fin dal primo momento si è capito fosse una clamorosa hit. Al giorno d’oggi, i numeri sono davvero impressionanti, dato che quest’ultima canzone è stata in grado di far registrare più di 3,5 milioni di stream sulla piattaforma di Spotify.

Ancora una volta, quindi, Beatrice Quinta è più che pronta per lasciare il segno in questo preciso momento storico della musica italiana. L’obiettivo è quello di far saltare il banco ancora una volta, puntando tutta sulla sua incredibile verve e su una persona che non teme certo di scomodare paragoni importanti. Un’artista a tutto tondo, nel pieno della sua consacrazione: per questo motivo, è giusto attendersi un altro grande successo anche per il nuovo brano Attrazione fatale.

Angelina stupisce con la sua versione di Crudelia di Marracash

Ancora una volta Angelina Mango si appresta ad essere confermata come uno dei talenti migliori sfornati da questa edizione di Amici, nonché chiaramente la favoritissima per la vittoria finale. Non c’è dubbio: più passa il tempo e più la cantante sta mettendo in mostra di essere effettivamente su un altro livello rispetto a tanti altri ragazzi presenti nella casa.

Anche lo stesso professore di danza Raimondo Todaro non ha esitato a definirla come una vera e propria fuoriclasse ed è l’etichetta che sta meglio ad Angelina. Soprattutto quando ha deciso di tirar fuori dal suo repertorio una canzone super: si tratta di una rivisitazione del pezzo Crudelia di Marracash.

Tommaso Paradiso, nuovo singolo e le date del tour nei palazzetti

Da mezzanotte è disponibile su tutte le piattaforme streaming musicali ed in radio il nuovo singolo di Tommaso Paradiso, Viaggio intorno al sole, un ritorno importante nel panorama musicale nostrano che coincide con le date di un nuovo tour nei palazzetti tra novembre e dicembre.

Gorillaz, alla scoperta di cinque nuove canzoni della band

Sono passati pochi giorni da quando è stato lanciato sul mercato il nuovo album denominato “Cracker Island” ed ecco che i Gorillaz hanno deciso di fare un altro grande regalo a tutti i loro fan. Stiamo parlando del fatto che hanno deciso di mettere a disposizione, direttamente in streaming, la versione deluxe del loro disco, che comprende anche cinque nuovissime canzoni.

Eurovision Song Contest 2023, cosa c’è da sapere

Si sta avvicinando a grandi passi l’appuntamento con l’Eurovision Song Contest 2023 ed è chiaro che anche la curiosità verso i suoi principali protagonisti sta aumentando sempre di più. C’è grande curiosità per scoprire, infatti, chi riuscirà a raccogliere lo scettro dell’Ucraina, che ha vinto il titolo lo scorso anno grazie a “Stefania”, canzone suonata dal gruppo Kalush Orchestra.

Ville Valo, uno sguardo alle sue migliori canzoni

Si sta avvicinando sempre di più la prima apparizione da solista per il cantante di origini finlandesi sul territorio italiano. Ecco che cosa dobbiamo aspettarci e come imparare ad amarlo, grazie a un percorso che si snoda lungo i suoi pezzi più apprezzati e di successo.

Photo by Sven-Sebastian Sajak

Mare Fuori, ecco la canzone che sta spopolando dappertutto

Se utilizzate piuttosto di frequente i social network, come ad esempio TikTok piuttosto che Instagram, sapete senza dubbio che c’è un fenomeno che sta facendo impazzire il web. Stiamo facendo riferimento a Mare Fuori, la colonna sonora di una nuova serie tv che sta avendo un successo impressionante.

Sanremo 2023, le canzoni che sono già grandi successi

Sono passati pochissimi giorni rispetto all’ingresso all’interno della classifica Global 200 di Billboard delle canzoni del Festival di Sanremo di quest’anno, ed ecco che si scoprono statistiche decisamente interessanti. Si tratta dell’ennesima conferma di come le scelte che sono state fatte da Amadeus stanno pagando alla grande i dividendi.