Finley, 7 miliardi: testo

di Redazione Commenta

7 miliardi è il titolo del nuovo singolo dei Finley, tratto dal loro ultimo album, Armstrong.

Finley, 7 miliardi: testo

È normale che arrivi l’estate
E non hai mai gli occhiali da sole
È normale guardare le cose
Da un punto di vista migliore,
Sdraiati sul pavimento e fare finta che noi siamo il centro
È normale lo sai che è normale
Lo sai l’universo si muove,
Lo sai che nel DNA c’è nascosta una combinazione
Un codice da decifrare, una prova che tu sei reale.

Tu, fra 7 miliardi di pezzi diversi,
Le mani sugli occhi per riuscire a trovarsi,
Per due come noi, come pianeti lontani
Come il buio e la luce che non si arrendono mai.

È normale, my love, è normale
Qui si dicono troppe parole,
È normale che poi ci capiamo
Restando in silenzio per ore
Sdraiati sul pavimento per fermare ogni volta il tempo

E tu, fra 7 miliardi di pezzi diversi,
Le mani sugli occhi per riuscire a trovarsi
Per due come noi come pianeti lontani
Come il buio e la luce che non si arrendono mai.

Distanti anni luce, senza forza di gravità
Mescoliamo i pensieri che diventano veri
Che anche lui come noi non sono così lontani
Come il buio e la luce che non si arrendono mai
È normale, lo sai che è normale
È normale, lo sai che è normale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>