Ezio Bosso, l’album The 12th Room è disco d’oro

di Redazione Commenta

Comunicate le date del tour estivo. Continua l'enorme successo del pianista italiano.

L’album The 12th Room, che Ezio Bosso ha registrato quasi interamente live durante il settembre dello scorso al Teatro Sociale di Gualtieri, è stato certificato oro (certificazioni FIMI / GfK Italia) e giovedì prossimo prende il via da Cagliari (Auditorium del Conservatorio) l’omonimo tour che porterà Bosso (da brivido la sua esibizione all’ultimo Festival di Sanremo) ad esibirsi in tutta Italia e all’estero.

Sold out tutte le prime date primaverili, ci sono invece biglietti disponibili per il periodo estivo. Vediamo in dettaglio: 19 giugno Auditorium Parco Della Musica di Roma, 22 giugno al Teatro Romano di Verona, 25 giugno al Pilotta di Parma per “ParmaEstate”, 28 giugno al Castello di Udine, 1° luglio al Tempio di Serapide di Pozzuoli (NA), 6 luglio a Villa Pisani di Strà per “Venezia Jazz”, 8 luglio in Piazza della Cattedrale ad Asti, 10 luglio al Teatro Morlacchi di Perugia per “Umbria Jazz”, 17 luglio al Parco dei Suoni di Riola (OR), 20 luglio al Castello Sforzesco di Vigevano, 23 luglio in Piazza Garibaldi a Cervia (RA), 26 luglio a Forte di Bard di Aosta, 30 luglio in Piazza Sordello a Mantova, 2 agosto al Teatro di Verdura di Palermo, 5 agosto a Taormina, 19 agosto al Festival di Perelada (Spagna), 14 agosto allo Sferisterio di Macerata, 17 agosto al Foro Boario di Ostuni (BR), 20 agosto alla Cava del Sole di Matera, 24 agosto al Gran Teatro all’Aperto Giacomo Puccini a Torre Del Lago Puccini (LU) per il Festival Pucciniano, 27 agosto al festival Piano & Jazz di Ischia (NA), 30 agosto a La Civitella di Chieti, 1° settembre a Pollenzo (CN), 24 settembre alla Fortezza Medicea di Siena.

La scheda. Ezio Bosso è un pianista, compositore e direttore d’orchestra nato a Torino. Ha studiato Composizione e Direzione d’Orchestra all’Accademia di Vienna arrivando a dirigere alcune delle più importanti orchestre internazionali come la London Symphony Orchestra, l’Orchestra del Teatro Regio di Torino e l’Orchestra dell’Accademia della Scala. Ha composto musica classica, colonne sonore per il cinema (“Io non ho paura” di Salvatores, “Rosso come il cielo” di Bortone), per il teatro e la danza fino a scrivere sperimentazioni con i ritmi contemporanei. Dal 2011

 Ezio Bosso convive con una malattia neurodegenerativa progressiva. Si esibisce con il suo “amico” pianoforte Gran coda Steinway & Son della collezione Bussotti-Fabbrini, appositamente preparato sulle specifiche de

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>