La mia città – Edoardo Bennato – Video e testo

di Giada Commenta

 E’ finalmente on line il nuovo singolo di Edoardo Bennato, cantautore italiano che ha scelto di dedicare il suo ultimo pezzo a Napoli. La mia città parla del capoluogo campano in un video che rappresenta i suoi abitanti che, davanti alla telecamera, raccontano il capoluogo mettendo in evidenza pregi e difetti di una città sempre messa in discussione. Il singolo parla a tutta l’Italia e in particolare al popolo di Napoli al quale il cantautore chiede un sforzo particolare per migliorare un luogo meraviglioso sotterrato dalla corruzione e dagli interessi; un singolo che fa riflettere e che riporta il cantante, dopo ben 35 anni di carriera, ancora nelle nostre radio.

La mia città – Video

La mia città – Testo

Stanca, rassegnata, innocente, invasata
Nuda, svergognata, tradita, condannata
Ma è la mia città
Sporca, avvelenata, incivile, incendiata
Sempre affollata, devota, ammutinata
Ma è la mia città
E la nottata non passa mai

Bella, appariscente, invidiata, invadente
Volgare, indecente, violenta, incandescente
Ma è la mia città
Voce incosciente, insidiosa, insolente,
Amara, ammaliante, miracolata, irriverente
Ma è la mia città

Ma domani chi lo sa
Vedrai che cambierà
Magari sarà vero
Ma non cambierà mai niente
Se ci credo solo io

Sola, abbandonata, invisibile, spiata
Fiera, disprezzata, feroce, incontrollata
Ma è la mia città
Colta, raffinata, aggredita, infamata
Muta, scanzonata, superstiziosa, spregiudicata
Ma è la mia città

Ma domani chi lo sa
Vedrai che cambierà
Magari sarà vero
Ma non cambierà mai niente
Se ci credo solo io

Ma domani chi lo sa
Vedrai che cambierà
Magari sarà vero
Ma non cambierà mai niente
Se ci credo solo io

Antica, antiquata, misteriosa, inesplorata
Fragile, spietata, assediata, ammanettata
Ma è la mia città

[Photo Credits sweetlyrics]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>