Latte di Mandorla, nuovo singolo Mameli: testo

di Ma.Ma. Commenta

Si intitola Latte di Mandorla l’ultimo singolo di Mameli del quale vi riportiamo il testo di seguito.

Latte di Mandorla, nuovo singolo Mameli: testo

La minigonna che ti metti sembra sempre più corta
ed il rossetto che ti fa la bocca ancora più rossa
e la frangetta che ti piace
quanto sembri francese
l’accento che nascondi vuoi apparire borghese

E vorrei entrare dentro la tua testa matta e capirti
ed imparare a collegarmi solo con i tuoi occhi
e quanto sono belle le tue gambe tutte abbronzate
e c’hai i capelli del colore delle mimose

E cade latte dai tuoi occhi a mandorla e intanto
non riesco più a capire se ogni tanto ti manco
sali su, ti va?
Che ci beviamo un oki task

Le chiavi nella porta
la voce mezza rotta
mi ricordano di te
più della voglia che ho di te eh
lasciarsi in una doccia
le bombe ad una festa
mi ricordano di te
più della voglia che ho di te eh eh

Abbassi gli occhi e poi ti perdi in aria come una piuma
ti riprendi le tue cose sparse nella mia vita
e quel vestito un pò scollato
è bella la tua schiena
e la tua bocca è saporita sa di amarena
vorrei sfiorarti lentamente fino a svenire
sempre addosso tutto il tempo e non contare le ore
dimmi se ti va
ricostruiamo Notre Dame
La minigonna che ti metti sembra sempre più corta
ed il rossetto che ti fa la bocca ancora più rossa
e la frangetta che ti piace
quanto sembri francese
l’accento che nascondi vuoi apparire borghese

Mameli: “Latte di mandorla mi ha aiutato a metabolizzare una delusione d’amore”

E vorrei entrare dentro la tua testa matta e capirti
ed imparare a collegarmi solo con i tuoi occhi
e quanto sono belle le tue gambe tutte abbronzate
e c’hai i capelli del colore delle mimose

E cade latte dai tuoi occhi a mandorla e intanto
non riesco più a capire se ogni tanto ti manco
sali su, ti va?
Che ci beviamo un oki task

Le chiavi nella porta
la voce mezza rotta
mi ricordano di te
più della voglia che ho di te eh
lasciarsi in una doccia
le bombe ad una festa
mi ricordano di te
più della voglia che ho di te eh eh

Abbassi gli occhi e poi ti perdi in aria come una piuma
ti riprendi le tue cose sparse nella mia vita
e quel vestito un pò scollato
è bella la tua schiena
e la tua bocca è saporita sa di amarena
vorrei sfiorarti lentamente fino a svenire
sempre addosso tutto il tempo e non contare le ore
dimmi se ti va
ricostruiamo Notre Dame

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>