Il produttore Mark Ronson: “Il successo di Adele fece uscire di testa Amy Winehouse”

di Redazione Commenta

Secondo il produttore Mark Ronson Amy Winehouse ha vissuto il successo di Adele (fino a quando era in vita, la collega aveva già venduto 20 milioni di copie) come un tormento. La cantante, morta poi a luglio del 2011, sarebbe diventata irrequieta e competitiva di fronte alla giovane rivale.

Ronson ha affidato questa rivelazione alle pagine di The Village Voice, in cui ha parlato del nuovo album di Rufus Wainwright. Il produttore ha confermato che era pianificato un terzo album in studio per la Winehouse:

Ma, il poco tempo che abbiamo avuto per lavorarci è stato molto teso. Era in un cattivo stato mentale, solo Dio sa il perchè. (…) Penso che il successo di Adele l’avesse fatta uscire di testa. Non che non le piacesse, anzi, ma il consenso del pubblico che ebbe la fece imbestialire, la rese competitiva ed irrequieta. Dopotutto, l’abbiamo persa in così breve tempo, prima che io e lei ci mettessimo seriamente al lavoro sul nuovo album. Era già troppo tardi.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>