Marco Ligabue – La differenza – Testo

 Essere il fratello di Luciano Ligabue può essere un grande vantaggio. Ma può essere l’esatto contrario se si sceglie di fare lo stesso mestiere del fratello maggiore. Marco Ligabue ci ha provato lo stesso e il prossimo 10 settembre debutterà con il suo primo album di inediti.

L’album si chiama Mare Dentro e, nell’attesa di questa uscita, il piccolo Ligabue presenta La Differenza, secondo estratto dall’album.Testo – La differenza

Quante volte che ti è capitato, di chiederti davvero cosa è giusto e sbagliato e pensi a certi treni già passati, eri lì in stazione poi loro son partiti.
E pensi che ci vuole del coraggio ad essere se stessi, in questo strano viaggio.
E pensi a quell’amico che è scappato tu che l’aspettavi, lui non è tornato.
Non importa quanto cadi, ma quanto ti rialzi, è lì la differenza ci sei solo te lì davanti, non importa quanto sbagli ma quanti ti riprendi è lì la differenza e lascia che dicano gli altri con me.
E pensi a quell’amore consumato, tu che c’hai creduto fin quando è durato.
E pensi che il paese non è adatto, se cerchi un futuro qua lo vedi stretto.
E pensi che c’è da imparare tutto, poi ti ritrovi spesso con quel libro già letto.
Non importa quanto cadi, ma quanto ti rialzi è lì la differenza ci sei solo te lì davanti.
Non importa cosa passa ma soltanto cosa resta è lì la differenza, e lascia che dicano gli altri.
Tu solamente, sai che quel vento contro ti arriva tutto in faccia.
Tu solamente sai che una corda tesa prima o poi si spacca.
Non importa quanto cadi, ma quanto ti rialzi è lì la differenza, ci sei solo te lì davanti.
Non importa quanto sbagli, ma quanto ti riprendi è lì la differenza, e lascia che dicano gli altri con me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>