Un nuovo primato per Whitney Houston

di Redazione Commenta

Spread the love

Un nuovo primato. Sì, Whitney Houston non smette di avere un ruolo da star, anche oltre la vita terrena. Chi ha deciso di celebrarla oggi, e anche più del consueto, è il museo delle cere più famoso al mondo.

Il museo prende nome da Marie Grosholz, che verrà conosciuta più in là come Madame Tussaud. Nasce a Strasburgo nel 1761 e da lì parte tutta questa storia fatta di cera e star. Il Madame Tussauds ha sedi principali a New York, Las Vegas, Amsterdam ed Hong Kong ma la sede storica, dove risiede dalla metà dell’Ottocento, è quella di Londra, dove si erge in Marylebone Road, accanto alla fermata del metrò di Baker Street. Senza contare il Rock Circus a Piccadilly.

Ebbene, sono addirittura quattro le statue raffiguranti Whitney Houston che Madame Tussauds ha ordinato alla sua sede centrale di Londra e che stanno per essere distribuite in quattro città dove opera il celebre museo delle cere. Si tratta della prima volta che ne vengono richieste e realizzate così tante di uno stesso soggetto nella storia dei loro musei. Un primato, l’ennesimo per questa regina del pop-soul.

Tra l’altro le statue la ritraggono nei punti più alti della carriera e andranno nelle più grandi città del mondo. Whitney che canta l’inno nazionale Usa al Super Bowl del 1991 andrà al Tussauds di Washington DC; Whitney nel film “The bodyguard” del 1992 sarà esposta ad Hollywood; la cantante nel video del 1988 “I wanna dance with somebody” verrà messa tra le mille luci di Las Vegas; e infine l’artista alle prese con il suo ultimo disco di studio andrà a ingioiellare la collezione di New York.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>