Morte Whitney Houston: i commenti dei cantanti

di Fabio Morasca 2

In queste ore, molti colleghi di Whitney Houston stanno, ovviamente, ricordando la cantante scomparsa questa notte. Dopo il salto, potrete leggere tutti i messaggi di cordoglio rilasciati nelle ultime ore da artisti come Mariah Carey, Toni Bennett, Chaka Khan e molti altri.

Mariah Carey, con la quale Whitney ha duettato nel brano When you believe, ha dichiarato:

Lei non verrà mai dimenticata. E’ stata una delle più grandi voci sulla terra.

Tony Bennett non può non usare un termine forte per definire la morte della Houston:

E’ una tragedia. Whitney Houston è stata la più grande cantante che abbia mai ascoltato e ci mancherà sempre.

Questo è il pensiero di Chaka Khan:

Sono senza parole. Sono in uno stato di shock al momento. Prego solo per lei e la sua famiglia.

Rihanna ha rilasciato una brevissima ma toccante dichiarazione:

Niente parole, solo lacrime.

Ricky Martin:

Riposa in pace, Whitney. Il mio amore e le mie condoglianze alla famiglia e agli amici. Vola Whitney vola.

Wyclef Jean, rapper e produttore haitiano, ex leader dei Fugees, che ha lavorato spesso con Whitney, ad esempio per la canzone My love is your love, stenta a crederci:

Questa è la cosa più triste che abbia dovuto scrivere nella mia vita. RIP ad uno dei più grandi esseri umani che abbia mai conosciuto.

Il messaggio di Queen Latifah è di disperazione:

Oh mio Dio! Fa così male! Mia sorella Whitney! Mondo, per favore, prega per lei!

Paula Abdul:

Sono assolutamente devastata. E’ una tragedia, una perdita tragica.

Christina Aguilera:

Abbiamo perso un’altra leggenda.

will.i.am, leader dei Black Eyed Peas, la ricorda così:

Sono così triste. Whitney Houston era così gentile, dolce, meravigliosa, sorprendente, di talento, un vero dono per il mondo.

Jessica Simpson:

Ho trovato la mia voce nella musica di Whitney. Oggi ho perso il mio idolo.

Sharon Osbourne e Kelly Osbourne, rispettivamente, moglie e figlia di Ozzy Osbourne, ritengono inopportuno ogni festeggiamento ai Grammy Awards di stasera. Sharon:

Il party di Clive Davis? Non ci vado. Il party di Mark Burnett? Non ci vado. Non si può festeggiare stasera, quando una delle più grandi voci non c’è più.

Kelly:

Non andrò a nessuna festa pre-Grammy. E’ inappropriato. 

Questo, infine, è il messaggio del celebre produttore Quincy Jones:

Sono disperato. Mi sono sempre pentito di non aver colto l’occasione di lavorare con lei. Era vera e originale, un talento senza paragoni. Mi manca terribilmente.

Photo Credits | Getty Images

 

 

Commenti (2)

  1. E’ deludente morire a soli 48 anni per problemi legati a tossicodipendenze.
    Mi domando come possano fare artisti di calibro internazionale a scandalizzarsi su questi tragici eventi quando, molti di loro sono i primi a fare un uso continuo di droghe.
    E che nessuno venga a dirmi che sono depressi!!!!! Belli, ricchi e famosi!!!!!

    Allora uno che stenta ad arrivare alla fine del mese che cosa dovrebbe fare?!?! Uccidersi prima di nascere?!?!?

  2. Ma ti senti cosa sai dicendo?! Solo perché uno è bello, ricco e famoso non può provare dolore per la morte di un’amica?! Vergognati anche solo a dire una cosa del genere siamo tutte persone con dei sentimenti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>