Addio a Joe Coker, rocker unico

di Redazione Commenta

Il suo manager lo ha definito “semplicemente unico”, ed è proprio così che tutti lo ricordano. La voce di Joe Cocker era unica ed era uno dei giganti del rock. Purtroppo si è spento ieri per un cancro ai polmoni, all’età di 70 anni.

Ricordiamo che la sua carriera inizia nei pub inglesi con la sua Grease Band, per poi conoscere il grande successo di pubblico nel 1969 quando arriva sul palco del mitico Festival di Woodstock.

La sua fama non si ferma solo al Regno Unito, Joe Cocker, infatti, ben presto conquista anche il mercato americano, a partire dal brano “With a little help from my friends”.

Ma è soprattutto il cinema che lo fa conoscere a tutti, per le sue memorabili collaborazioni a film di successo, resi ancora più di successo dalle sue indimenticabili canzoni. Parliamo ad esempio di “Nove settimane e mezzo”, con la sua “You can live your hat on”, scritta da Randy Newman e diventata una delle sue canzoni più celebri, oppure tutti ricorderanno “Up where we belong”, incisa in coppia con Jennifer Warnes per il film “Ufficiale e gentiluomo” nel 1982 e premiata con un Grammy Award l’anno successivo.

Ricordiamo che il suo ultimo album è stato “Fire it up” del 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>