Ecco Bilocale Love Life di Young Signorino, la versione del trapper dello stare in casa per il Coronavirus

di Nekromantik Commenta

Poteva mancare il trapper di Cesena all’appello? Certo che no: per questo arriva Bilocale Love Life di Young Signorino, una sferzata nonsense contro chi si lamenta della vita degli italiani durante le restrizioni dovute al DPCM. È l’italia del Coronavirus e di quelli che usano hashtag e slogan per combattere la paura, ma è anche la rivincita di chi ama il nesting, lo stato di cose di chi sceglie di non avere vita sociale.

Lo dice a chiare lettere Paolo Caputo dopo averci dato una parvenza di serietà con Rockstar Mai: lui ama stare in casa con la sua lei, uscire il sabato è roba da vecchi e la vida loca fa schifo. Un nuovo singolo, dunque, in cui il trapper di Cesena ritorna un po’ sui vecchi amori fatti di testi in cui ogni frase è ripetuta all’infinito e in cui regnava il disimpegno ad elaborare al meglio i concetti.

Nessun riferimento alla droga, al sesso (forse) né a Satana: a questo giro Young Signorino si limita a dire che la vita nel suo bilocale – che chiama amichevolmente bilo – non gli dispiace affatto.

Bilocale Love Life di Young Signorino anticipa il primo vero album di inediti di Paolo Caputo.

Bilocale love life.

Sto in un bilocale con lei, ci sto bene.
Dimmi cos’hai in mente,
facciamo cos’hai in mente.
Cammino in bilico,
tienimi che cado.
Andiamo, non andiamo
non andiamo, stiamo qua.

Fuori piove, baciamoci che esce il sole,
filtrerà dalle finestre,
faccio quello che se ne intende:
farei musica nuova.

Nel bilocale con lei
mi fa prendere più che bene,
mi fa creare suoni.

Bilocale love life.

Sto in un bilocale con lei,
ci sto bene.
Dimmi cos’hai in mente,
facciamo cos’hai in mente.
Sto in un bilocale con lei,
ci sto bene.
Dimmi cos’hai in mente,
facciamo cos’hai in mente.

Bilocale love life.

Non voglio un amico,
voglio stare qui nel bilo con te,
uscire solamente per
comprare del cibo.

La vita esterna mi fa schifo,
mi sento veramente me stesso
qui nel bilo, sdraiato sul letto.
Mi sento io, veramente a me stesso.
Qui nel bilo sdraiato sul letto.
Uscire il sabato è da vecchi di m—a-
Lei concorda con me su ‘sta cosa,
che schifo fa la vida loca,
fai una vita nuova.

Bilocale love life,
col ca–o che uscirò mai.

Sto in un bilocale con lei,
ci sto bene.
Dimmi cos’hai in mente,
facciamo cos’hai in mente.
Sto in un bilocale con lei,
ci sto bene.
Dimmi cos’hai in mente,
facciamo cos’hai in mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>