La chiave, le virtù e l’arroganza, Negramaro: testo

di Redazione Commenta

La chiave, le virtù e l’arroganza: scopriamo insieme il testo del brano firmato dai Negramaro e contenuto nell’album Amore che Torni.

Non ti posso dire
quello che mi fai provare
quando chiusi in ascensore
fuori il mondo che scompare
ricominci con le tue paure
stiamo per cadere amore
non vorrei farti capire
ma sei buffa da morire
vedila nel modo che conviene
non abbiamo scuse per scappare
via via via oh

Non ti posso dire
quello che mi fai provare
quando fermi in tangenziale
ho finito anche le ore
ricominci con le tue parole
infilandole per bene
come auto in un cortile
fino a quando il cuore esplode
vedila nel modo che conviene
non abbiamo scuse per scappare via

Armiamoci di tanta santa pazienza
chiudiamo il mondo fuori dalla stanza
fingiamo di essere rimasti ancora senza
la chiave, le virtù e l’arroganza
finiamo i nostri giorni nell’ignoranza

Non si può più fuggire
siamo come api in alveare
c’è da fare il nido e il miele
la regina non può aspettare
non perdiamoci in parole no
ti ricordi il cielo amore sì
ti piaceva il cielo amore sì
in quel cielo mi riprenderò mio padre
te lo posso giurare
impareremo dalle api a volare
senza niente da dire
ci sapremo ascoltare
risparmiamo le parole
infilandole per bene sì
nella canna di un fucile
per mirare dritto al cuore

nel modo che conviene
non abbiamo scuse per scappare via

Armiamoci di tanta santa pazienza
chiudiamo il mondo fuori dalla stanza
fingiamo di essere rimasti ancora senza
la chiave, le virtù
e l’arroganza

Armiamoci di tanta santa pazienza
chiudiamo il mondo fuori dalla stanza
fingiamo di essere rimasti ancora senza
la chiave, le virtù e l’arroganza
finiamo i nostri giorni nell’ignornanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>