“The colours in anything” è il nuovo album di James Blake

di Redazione Commenta

Soul-Step, coraggio, innovazione, amici che fanno featuring strepitosi. Tutto ciò che c'è da sapere sul nuovo disco della star inglese.

Ha sorpreso tutti. Senza preavviso, James Blake sfrutta la notte tra il 5 e il 6 maggio per rilasciare un nuovo album. Un po’ come fecero Drake e Kendrick Lamar.

Blake è considerato un innovatore. Una sorta di guru della “soul-step” all’inglese. Ha avuto molto coraggio nel programmare l’uscita del suo disco nello stesso periodo dei Radiohead, in più senza usare promozione preventiva e creare chissà quale hype. I Radiohead, negli stessi giorni, hanno avuto invece una delle più grandi trovate di marketing di sempre. Eppure Blake, a 3 anni dal fortunato LP “Overgrown”, ha dimostrato di non avere bisogno di particolari strategie per lanciare “The Colour In Anything”, il suo terzo lavoro in studio.

A partire dal 2009, insieme agli XX, il nostro è il precursore di una svolta nel pop indipendente inglese, una “rivoluzione gentile” giocata sull’innesto innovativo di ritmiche dubstep a fantasmatici elementi post-garage. Da lì a poco sarebbe diventato un vero e proprio marchio di fabbrica musicale di riferimento per artisti come FKA Twigs, London Grammar, Laspley e Jack Garratt. Aggiungiamoci pure come Madonna, Kanye West e Beyoncé, in più di un’occasione, si siano prodigati in lodi sperticate verso questo ragazzo della periferia londinese. Beyoncé ha fatto anche di più: l’ha chiamato a collaborare durante le registrazioni del suo nuovo disco “Lemonade”, dove Blake ha potuto prestare la sua voce inimitabile alla traccia “Forward”.

Ed è proprio nelle collaborazioni, e più in generale nell’apertura artistica, che si gioca una delle carte vincenti di “The Colour In Anything”. Infatti ha tirato dentro il brano “I need a forest fire” l’ormai inseparabile amico Justin Vernon aka Bon Iver, mentre i luminari hip-hop Frank Ocean e Rick Rubin sono stati coinvolti nella title track, in qualità rispettivamente di co-autore e co-produttore.

Bastano questi nomi e questi elementi a lasciar presagire che tipo di album è. Un successo. Un altro successo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>