Gira ancora la bufala sulla morte di Eminem da uno scherzo di un utente: “L’ho ucciso”

di Nekromantik Commenta

La morte di Eminem è una bufala, ma nonostante l’assenza di riscontri ufficiali continua a girare su Twitter per colpa dell’hashtag #RipEminem. Tutto sarebbe partito da un utente che nelle ultime ore ha twittato la frase “I killed Eminem”, letteralmente: “Ho ucciso Eminem”, accompagnata dall’hashtag che non conosce battuta d’arresto.

Come accade per ogni bufala virale, tantissimi utenti hanno creduto all’hashtag senza verificare e per questo l’argomento è in forte tendenza su Twitter. Parliamo di mancata verifica in quanto gli stessi utenti hanno preferito unirsi all’hashtag anziché verificare l’attendibilità della notizia. L’account che ha fatto partire la bufala, probabilmente per evitare di essere individuato o probabilmente raggiunto da pesanti shitstorm ha privatizzato il suo account restringendo la privacy ai soli follower.

Tuttavia il web, come sappiamo, non dimentica e lo screenshot del suo tweet è in libera circolazione sulle bacheche. Per il momento il rapper di Detroit non ha rilasciato smentite ufficiali ma l’assenza di riscontri attendibili sulle testate internazionali ha fatto sì che il silenzio facesse da smentita.

Il problema della viralità delle bufale è una piaga del mondo dei social: la bufala sulla morte di Eminem è solo un ultimo episodio di un fenomeno che non conosce resa. Una notizia di una certa portata – e la dipartita della voce di Lose Yourself è di certo una news di un certo peso – ottengono sempre una certa visibilità dal pubblico più compulsivo e disattento, e tantissime volte i diretti interessati si sono trovati a smentire palesi voci di corridoio sulla loro incolumità.

C’è chi sostiene che l’utente abbia voluto inscenare una delle classiche tragedie che di tanto in tanto colpiscono il mondo del rap: i rapper, infatti, spesso cadono vittime di agguati da parte di gang rivali, specialmente nel contesto del Bronx newyorkese o semplicemente per vecchi attriti con diverse realtà.

Non è il caso di Marshall Mathers, per fortuna: la morte di Eminem è l’ennesima bufala creata con assoluta semplicità ma che ha trovato nella rete una fortissima cassa di risonanza tanto da salire nei trend anche tra gli utenti italiani, anch’essi particolarmente avvezzi a condividere bufale che rispondono alla loro pancia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>