Noel Gallagher: “Le mie canzoni non sarebbero finite in un disco degli Oasis”

Noel Gallagher ha rilasciato un’intervista a Spin nella quale l’ex chitarrista degli Oasis ha parlato soprattutto sulla sua nuova carriera da solista. Il musicista di Manchester ha soprattutto ammesso che le sue nuove canzoni, contenute nell’album High Flying Birds non sarebbero mai finite in un album degli Oasis ed è lo stesso Noel a spiegarne i motivi.

Secondo Noel, infatti, i suoi nuovi pezzi sono troppo soft per quello che era lo standard degli Oasis e non sarebbero mai stati presi in considerazione all’epoca:

Queste canzoni non sarebbero mai finite su un disco degli Oasis. Ho diretto tutto quello che accadeva in quella band ma gli Oasis erano una rock band da stadio e così ho sempre scritto musica rock da stadio.

Noel, però, si concentra sul nuovo capitolo della sua carriera:

Ora è diverso. Fare un album da solista è stato divertente! Ero sereno e potevo scegliere tranquillamente il mio ritmo.

Gallagher ha anche parlato del suo nuovo progetto nato dalla collaborazione con Amorphous Androgynous:

Sembra Dark side of the moon dei Pink Floyd. Il sound è simile a High Flying Birds ma è molto più psichedelico. Non è un progetto elettronico, la gente è arrivata a questa conclusione solo perché Amorphous Androgynous fanno musica elettronica.

Nel frattempo, il secondo singolo tratto da High Flying Birds, che uscirà il prossimo 17 ottobre, sarà AKA.. What A Life.

Lascia un commento