Vasco Rossi sbarca a Venezia con Il Decalogo di Vasco

di Redazione Commenta

“Il decalogo di Vasco”, il film di Fabio Masi “su”, “con” e “dentro” Vasco Rossi – attore a sua insaputa – è un ritratto inedito e surreale della rockstar. Decisamente altro da quello che ci si aspetta di vedere e sorprendente per la sua capacità di offrire un punto di vista nuovo, poetico e originale.

Questo è quanto si legge a commento del trailer del documentario.

 

anteprima..abusiva..esclusiva..Mondiale!!“Il decalogo di Vasco”, il film di Fabio Masi “su”, “con” e “dentro” Vasco Rossi – attore a sua insaputa – è un ritratto inedito e surreale della rockstar. Decisamente altro da quello che ci si aspetta di vedere e sorprendente per la sua capacità di offrire un punto di vista nuovo, poetico e originale.A Venezia Vasco chiude una stagione trionfale di concerti (14 doppi stadi, in 8 città per 600.000 fan) e ne apre una nuova proprio alla Mostra con una sorpresa che si nasconde nel capitolo finale del “Decalogo”. La trama: Un immaginario quanto reale “viaggio” che due amici sono costretti a fare con… il ” Cartone Animato” di Vasco Rossi. Se ne vedono e… sentono di belle in una 500 con l’ingombrante “sagoma” in cartone altezza uomo, di Vasco Rossi! Tra il reale e la fantasia, il film procede per visioni e emozioni. Un’altalena di emozioni e poesia al ritmo di un concerto.Il vero protagonista del film è la “sagoma” di Vasco, il suo avatar, la sigaretta (…elettronica) in bocca e lo sguardo azzurro sempre oltre, che ispira parole e pensieri liberi. Sogni e incubi. Tra il conscio e l’inconscio. Il film è godibile come un concerto, non a caso la canzone voluta per i titoli di coda è Albachiara, quella che chiude tutti i concerti, (nessuno si muove finché non la canta…). Qui però nella versione “classica”, arrangiata dal M.ro Celso Valli per l’album L’altra metà del cielo ( il balletto su musiche di Vasco messo in scena dal Teatro alla Scala di Milano, 2012). Dallo stesso album è tratta tutta la colonna sonora del Decalogo, una precisa scelta stilistica di Fabio Masi a sottolineare ogni momento esaltandone le più svariate emozioni, da quelle malinconiche a quelle più forti o ironicamente drammatiche.

Posted by Vasco Rossi on Mercoledì 2 settembre 2015

 

A Venezia Vasco chiude una stagione trionfale di concerti (14 doppi stadi, in 8 città per 600.000 fan) e ne apre una nuova proprio alla Mostra con una sorpresa che si nasconde nel capitolo finale del “Decalogo”.

Ecco la sinossi:

Un immaginario quanto reale “viaggio” che due amici sono costretti a fare con… il ” Cartone Animato” di Vasco Rossi. Se ne vedono e… sentono di belle in una 500 con l’ingombrante “sagoma” in cartone altezza uomo, di Vasco Rossi! Tra il reale e la fantasia, il film procede per visioni e emozioni. Un’altalena di emozioni e poesia al ritmo di un concerto.

Il vero protagonista del film è la “sagoma” di Vasco, il suo avatar, la sigaretta (…elettronica) in bocca e lo sguardo azzurro sempre oltre, che ispira parole e pensieri liberi. Sogni e incubi. Tra il conscio e l’inconscio.

Il film è godibile come un concerto, non a caso la canzone voluta per i titoli di coda è Albachiara, quella che chiude tutti i concerti, (nessuno si muove finché non la canta…). Qui però nella versione “classica”, arrangiata dal M.ro Celso Valli per l’album “L’altra metà del cielo” ( il balletto su musiche di Vasco messo in scena dal Teatro alla Scala di Milano, 2012).

Dallo stesso album è tratta tutta la colonna sonora del Decalogo, una precisa scelta stilistica di Fabio Masi a sottolineare ogni momento esaltandone le più svariate emozioni, da quelle malinconiche a quelle più forti o ironicamente drammatiche.

Il documentario è in programma alla 72. Mostra del Cinema di Venezia (Il Cinema nel Giardino) venerdì 11 settembre 2015 in Sala Darsena (Lido di Venezia).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>