A Prince among Stones, il titolo della discordia

di Redazione Commenta

Forse è davvero un Paese per vecchi. Che si tratti di Italia o del mondo intero, di politici o di rock-star pare proprio che i dinosauri non si scansino, vivano tra gli allori da decenni, non facciano spazio ai giovani e abbiano qualche vizietto, non ultimi l’arroganza e il tenore di vita principesco.  La diatriba tra Mick Jagger e il ragioniere dei Rolling Stones ne è la riprova.

Alla base del diverbio c’è un libro scritto dal contabile. A Prince among Stones sarà commercializzato dal 14 febbraio per la casa editrice Bloomsbury. Il principe Rupert Loewenstein è un principe tedesco nato a Palma, Majorca, nel 1933. Loewenstein ha abitato a Londra e Parigi e ha studiato storia medievale a Oxford prima di diventare stockbroker per l’azienda statunitense Bach & Co negli anni Sessanta.

Vive ora a Petersham, nei pressi di Richmond, con sua moglie la principessa Josephine. Il libro è in vendita anche direttamente dal sito ufficiale della casa editrice, Bloomsbury Publishing e parla appunto dei retroscena socio-monetari degli Stones.

Nel suo lavoro da scrittore l’ex contabile mette in piazza, senza privarsi di commentare con originale personalità e spunti critici, i conti delle Pietre Rotolanti. Tra i numerosi episodi dei quai si narra, il famoso divorzio di Jagger dalla moglie Bianca; Loewenstein descrive il suo ruolo in questa vicenda come “un mix tra direttore di banca, psichiatra e badante”.

Sir Mick, sentito dal “Mail On Sunday”, si è mostrato parecchio offeso:

Chiamatemi pure uno antiquato, ma non penso che il proprio ex manager della contabilità debba mettersi a parlare in pubblico degli accordi finanziari e di informazioni private. Cose come questa dimostrano che anche le persone che hanno avuto una buona educazione non sempre poi hanno un comportamento corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>