Addio a Romanthony, dj, producer e vocalist

di Redazione Commenta

La comparsa di Romanthony risale ormai a qualche giorno fa, ma la notizia ufficiale è attivata solo in queste ore, dopo giorni di annunci e semntite sul web.

La notizia, data in un primo momento dalla sorella di Romanthony il 7 maggio con un lungo post su Facebook, oggi ha trovato la sua conferma sempre tramite social network, con i tanti messaggi di cordoglio arrivati da amici e colleghi.

Romanthony è morto a causa di una insufficienza renale, anche se ancora non si conoscono tutti i dettagli legati alla sua scomparsa. Aveva solo 45 anni e una lunga e promettente carriera davanti a sé.

Anthony Moore, questo il suo vero nome, ha iniziato la sua carriera come dj, per poi proseguire come produttore e come vocalist. La sua era una grande voce, adatta per ogni genere di musica, dall’house, all’R&B, all’Hip hop e anche alla tecno, come dimostra la collaborazione con i Daft Punk, che lo ha reso famoso in tutto il mondo.

Era il 2001 e Romanthony prestò la sua voce per due brani di Discovery del duo parigino: One more time e Too long. Ma la sua voce e le sue canzono sono dei veri pilastri nella musica dance mondiale che, con la sua scomparsa, perde un grande dj, produttore e cantante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>