Robin Gibb, il figlio: “Quando è morto, gli ho fatto sentire I Started a Joke”

di Redazione Commenta

John, il figlio del compianto mito dei Bee Gees Robin Gibb, ha rivelato alcuni particolari toccanti al Sun in merito agli ultimi momenti in vita del padre. In particolare ha raccontato cosa è successo in ospedale, subito dopo il suo decesso:

Quando morì siamo andati fuori dalla stanza d’ospedale, (il personale medico) ha portato via le attrezzature e siamo tornati dentro. Io ho preso il mio telefono e ho trovato I Started a Joke su YouTube e l’ho fatta suonare.

Così John ha messo il cellulare sul petto del padre:

Quella canzone avrà sempre un nuovo significato per me.

Il figlio di Gibb iinfine ha confessato un altro incredibile aneddoto:

Un paio di giorni dopo ero presso il nostro ristorante preferito e I Started A Joke è partita alla radio proprio nell’ora esatta in cui morì, 22:46.

Ricordiamo che il musicista è morto per insufficienza renale, all’età di 62 anni, il 20 maggio scorso. In precedenza aveva combattuto il cancro al colon e al fegato.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>