Eminem festeggia il compleanno proclamandosi Dio del Rap

di Pina Commenta

Happy Birthday Marshall! Oggi 17 ottobre 2013 Eminem festeggia 41 anni e si autoproclama Dio del Rap: il suo nuovo singolo, infatti, si chiama proprio “Rap God” e il solo audio del video postato dallo stesso Eminem su Youtube ha totalizzato più di due milioni di visualizzazioni.

“Rap God” è il terzo singolo estratto dal nuovo album di Eminem “The Marshall Mathers Lp2“, disco che segna il suo come back sulle scene musicali e che non si sarebbe potuto chiamare in altro modo. Il titolo è una sorta di celebrazione di “The Marshall Mathers Lp”, album del 2000, indiscutibilmente il più conosciuto del rapper bianco.

Rap God” arriva dopo il buon riscontro degli altri due altri singoli, “Berzerk e “Survival“, ma sembra avere qualcosa in più e lo dimostrano anche i 2 milioni di click che ha ricevuto l’audio del brano su YouTube.

A 41 anni Eminem rappa come un dio, appunto, senza paura di dire quello che pensa.

Per Eminem non poteva certo esserci un modo migliore per festeggiare il suo quarantunesimo compleanno. A tre anni di distanza dal suo ultimo disco il rapper cresciuto a Detroit si conferma come l’artista dei record dell’ultimo decennio. Ha venduto quasi 90 milioni di dischi nel mondo e la sua pagina facebook conta più iscritti di qualsiasi altro artista sul social network.

Lanciato da De. Dree, che è anche produttore del suo nuovo disco in uscita il 5 novembre 2013, Eminem ha ricevuto consensi in ogni parte del globo e sono molti i personaggi famosi che lo hanno lodato per le sue rime e per la sua capacità di compositore. Ne ha anche passate e fatte tante nella sua vita, ma nel giorno del suo 41° compleanno vogliamo ricordarlo così, com’era nel suo lontano esordio del 1999.

Photo | PIERRE ANDRIEU/AFP | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>