Madreperla, La Noia è una vostra invenzione live su Rai webradio

di missunderstanding 2

Il rock torna in Italia ed arriva dagli anni Settanta, portandosi dietro le sfumature di chi ha vissuto i Novanta. È un rock graffiante, potente, puro, che chiama attraverso i suoni dei Madreperla. Hanno conquistato il pubblico di Via Asiago con la presentazione del loro primo album La Noia è una vostra invenzione. Il quartetto si è esibito dal vivo per Rai webradio offrendo una selezione di pezzi che varia dai riff classici del rock tradizionale, passando attraverso sperimentazioni acustiche e rivisitazioni del rock dei Settanta, fino a toccare l’estremo approdo di avventure noise e post-punk. Altrettanto coinvolgenti i testi dei diversi brani del primo album dei Madreperla, quartetto attivo sulla scena romana dal 2006: brani dai testi ricercati si alternano a brani di analisi della società contemporanea, parole portate da suoni melodici o servite su distorsioni estreme e riff incalzanti.

La Noia è una vostra invenzione, masterizzato da Ray Staff tra gli Air Studios e gli Abbey Roads Studios di Londra, che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Roberto Angelini, è un album denso, che offre spunti di riflessione su arrangiamenti e ritmiche originali curate nei particolari.

Con Cosa Sono le Nuvole, cover del classico di Modugno/Pasolini, i Madreperla si presentano sulla scena rock contemporanea offrendo una reinterpretazione brillante del brano, affidata alla voce e ai virtuosismi di Fabio Prevedello Gorgoni, frontman del gruppo. Il biglietto da visita è impeccabile, i Madreperla vincono il premio Scrigno Cover al MEI 2008.

La Noia è una vostra invenzione (gennaio 2011) è un album che invita alla riflessione, un album esistenzialista nei testi di Cosa vuol dire morire, che diventa voce di denuncia della società contemporanea, delle sue devianze e dei suoi estremi nei due brani Mr Thompson e nel primo pezzo successivo al disco, presentato live per Rai webradio, Lavorare fa male.

I suoni variano dai giri classici del Rock’n’Roll tradizionale, ritmati dall’impeccabile tocco della batteria di Andrea Del Vecchio, a riff spesso pentatonici che rappresentano l’ossatura dei brani, affidati alla Stratocaster legnosa e distorta di Teodoro Pizzolante. La sezione ritmica di brani come Valvola o In 3 strizza l’occhio ora ai Led Zeppelin, ora ai Mars Volta, scandita dai giri di basso di Giuseppe Nobile. Conquista ed ammalia con virtuosismi e modulazioni estreme, la voce di Fabio Prevedello Gorgoni che, pezzo dopo pezzo, non smette di tenere il palco con la voce e la presenza scenica.

La Noia è una vostra invenzione è un album che entra nella definizione più classica di R’n’R, per voce e critica di Pino Marino, produttore artistico dell’album e musicista di grande esperienza che accompagna i Madreperla sul palco, leggendo un brano di prosa sulle note de Il Muro, un pezzo strumentale denso e psichedelico.

La Noia è una vostra invenzione è quasi un disco live, registrato all’ottanta per cento in presa diretta, per preservare e riproporre l’unicità dell’esperienza e dei suoni che la band offre dal vivo. E i Madreperla lo presentano e vi chiamano in causa dandovi del voi, ponendovi di continuo delle domande, graffianti e lucidi nell’analisi dell’oggi. La Noia è una vostra invenzione, perché il quartetto emergente, unica band italiana invitata a Losanna alla Festa della musica Europea, non si annoia. La Noia è una vostra invenzione? I Madreperla non vi annoieranno, a patto che rispondiate alzando il volume. È il rock che vi chiama.

Live giovedì 23 giugno su Rai Radioweb WR8

Per ulteriori informazioni: Madreperla Official Website

Photo Credits | Courtesy of A.Curiazi per Madreperla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>