Rocco Hunt, Tutte ‘e parole nuovo singolo: testo

di Sveva Commenta

Tutte ‘e parole è il titolo del nuovo singolo di Rocco Hunt, emerso per avere partecipato a Sanremo Giovani. Ecco il testo del brano realizzato dal cantante campano.

Rocco Hunt – Tutte ‘e parole: il testo

Guarda quanta gelusia
Pur”a notte n’puo’ durmì
Guarda quanta gelusia
Pur”a notte n’puo’ durmì
Guarda quanta gelusia
Pur”a notte n’puo’ durmì.

Nu pian ‘e fuga primma o poi l’escogitammo
Tu si’ Tata e je Pablo Escobar
Vojo ca l’urdeme d”e juorne, nennè
Giurasse ca turnasse a sta’ tutt”a vita cu’ mme
Assaje ‘e difette, ma si tu ‘e suppuorte
Trovo sempe ‘o modo pe’ te ripagà
Vojo ca m’aspiette e ca nun scinne ‘a coppa
Sulo p”o penziero ca ponno guardà
Hijo de puta maldito

Rocco Hunt – Fammi scendere: Testo


Resto nu bandito
Fa ‘mmocca a Carrillo
Nisciuno ca può giudicà si nu padre fa ‘e sbaglie
Pe’ dà ‘a magnà ‘o figlio
Stuto ‘e candeline ‘e chistu compleanno
Ma nisciuno sta cantanno
‘E cumpagne mi’ nce stanno
Me truovo cca da sulo
Cu’ ‘na banda ‘e paraculo
Ca nun fossero nisciuno senz”o pate e ‘a mamma
Si’ n’ata storia, nun si’ comm’a loro
Dico dint”o specchio pe’ me dà curaggio
Sto troppo nervoso, aggio sbagliato a scrivere ‘e parole dint’a ‘stu messaggio
Te sento ‘int”e cose d”a vita, ‘int”e juorne che passano senza pietà
Tu mo si’ ‘a stella cchiù bella ca ‘nciel stasera brillando me rest”a guardà.

Rocco Hunt a Sanremo per risvegliare le coscienze dei suoi coetanei

Tutte ‘e parole, che t’aggio ditto
Je nun ‘e pensavo ‘o veramente
E nun è colpa mia, si faccio ‘o pazzo quando nun te veco, quando nun te sento
Sarà ‘sta distanza, sarà chist’aereo
Colpa ‘e chest’ansia ca nun me fa rire e ca me fa sta’ serio.

Guarda quanta gelusia
Pur”a notte n’puo’ durmì
Guarda quanta gelusia
Pur”a notte n’puo’ durmì
Sarà ‘sta distanza, sarà chist’aereo
Colpa ‘e chest’ansia ca nun me fa rire e ca me fa sta’ serio.

Nn’ vojo vedé a nisciuno
‘Sta vita m’ha deluso quand’ero criaturo
Tutti frate a chiacchiere
Tutti quanti scappano
‘Annanze ‘e problem se rimane ‘a sulo
Tu si’ comm’a l’ate
Nun si’ ‘nnammurata
Pecché ‘sti carezze sanno ‘e curtellate
Me n’accorgo e fingo pe’ vedè addò arrivi
Pe’ capì tu ‘o veramente quanto si’ cattiva
S’hanno futtuto pur”e suonne ‘int”o cassetto
Pecciò nn’ tenimmo cchiù niente da perdere
Quando pierde ‘e cose cchiù importanti
Pierde tutte ‘e speranze
E nn’ te ne futte ‘e niente
‘Sta distanza ca me fotte, eternamente
N’atu tour, n’ata lotta, n’ato albergo
Nu messaggio ‘e quatto ‘a notte, po’ me pento
‘Sta gelusia ca nn’ me fa essere indifferente
Ma quando penz’a l’ammore penzo a te
Tra mille sigarette ca stutamme ‘int”o bicchiere
Ma è comme si po’ adoppo m”e facisse beve
‘E cose belle sapene ‘e veleno
Te veco ogni parte d”a strada
Ma si m’avvicino e te chiammo scumpare
Tu si’ ‘o ricordo ca me vene a mente si quando sto triste dongo a parlà ‘o mare.

Tutte ‘e parole, che t’aggio ditto
Je nun ‘e pensavo ‘o veramente
E nun è colpa mia, si faccio ‘o pazzo quando nun te veco, quando nun te sento
Sarà ‘sta distanza, sarà chist’aereo
Colpa ‘e chest’ansia ca nun me fa rire e ca me fa sta’ serio.

Guarda quanta gelusia
Pur”a notte n’puo’ durmì
Guarda quanta gelusia
Pur”a notte n’puo’ durmì
Sarà ‘sta distanza, sarà chist’aereo
Colpa ‘e chest’ansia ca nun me fa rire e ca me fa sta’ serio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>