Chiarimenti sulla malattia di Battiato: le false voci sull’Alzheimer

di Nekromantik 1

Non esistono notizie certe sulla morte di Battiato

“E guarirai, da tutte le malattie, perché sei un essere speciale ed io, avrò cura di te”: è così che è stata annunciata la scomparsa di Franco Battiato, cantautore eclettico, geniale, poliedrico: la sua unicità era data dall’impossibilità di incastonarlo in un genere, di definirlo, perché il cantautorato di Battiato è stato per tutti immenso e meraviglioso allo stesso tempo. La sua musica godeva di una scrittura sopraffina: nel corso della sua lunghissima carriera, ha donato al mondo musicale perle come “La cura”, “Centro di gravità permanente” “Voglio vederti danzare”, “La stagione dell’amore”. Delicato il suo stile, ma soprattutto originale: Battiato non cercava di ricalcare gli stereotipi, ma anzi, li utilizzava come trampolino di lancio per scrivere qualcosa di diverso.

 

Il suo scopo era non scivolare nell’inesorabile ordinarietà, ma di abbracciare stili differenti, e miscelarli, reinventarli, leggerli in una diversa chiave. Il cantautorato di Battiato, ha spaziato dal pop della musica leggera all’elettronica, con una fluidità assoluta, eppure riconoscibilissima. La sua carriera, è iniziata negli anni ’70 in terra siciliana; il suo successo esplose in poco tempo: il cantautore infervorava il pubblico, lo infiammava, lo coinvolgeva, con i suoi pezzi sopra le righe, il suo fare provocatorio, il suo modo di cantare delicato e forte allo stesso tempo. Battiato ha sempre lasciato il segno ed è cresciuto spaziando, fino a diventare per moltissimi un grande artista, uno dei più grandi del panorama della musica italiana. E’ morto all’età di 76 anni.

 

Non ci sono notizie certe sulle cause della sua morte: il cantautore si è spento a Milo, in provincia di Catania, nella sua Sicilia. Sulla sua salute, sono state fatte diverse ipotesi, che in pochissimo tempo si sono trasformate in false notizie: si ipotizzava che Battiato fosse ammalato di Alzheimer da diverso tempo, ma non esistono conferme. Lo stato di salute del cantautore non era ottimale, ma non si conoscono le cause del suo decesso. Qualche anno fa, a causa della rottura del femore, fu costretto a ritirarsi e da allora per un susseguirsi di eventi, Battiato non è più salito sul palco.

 

La famiglia dell’artista, rispetto alle cause della sua morte, e alle voci sull’Alzheimer, ha smentito in passato cosi come è stato confermato nel 2018 da il Corriere. Oggi, nel giorno della sua morte non ci sono dichiarazioni in merito alle cause del decesso, solo ringraziamenti per la prossimità di tutti gli artisti del mondo della musica e dello spettacolo che si sono uniti in cordoglio: i funerali del cantautore si terranno in forma privatissima, in Sicilia.

 

 

Commenti (1)

  1. APPENA HO SENTITO DELLA DIPARTITA DI FRANCO BATTIATO… IO HO PIANTO!!!!!
    Con Franco Battiato se ne và la Musica COLTA!!!!
    Battiato era un INNOVATORE, un ALCHIMISTA della Musica, sapeva trarre il MEGLIO da TUTTE le sue canzoni!!!
    Battiato faceva LARGO uso, nelle sue canzoni, di sonorità TIPICAMENTE Mediterranee, sonorità Arabe, con LARGO utilizzo di Strumenti Arabi, come il SITAR, e Testi che puntualmente richiamavano alla mente le ATMOSFERE dei BAZAR Orientali.
    Con Alice, poi, Battiato ha formato una Coppia Artistica Affiatata.
    Per Alice, Battiato ha scritto Canzoni INDIMENTICABILI: “Il Vento Caldo Dell’Estate”, “Per Elisa”, “Prospettiva Newski”, ed ANCHE per Milva, Battiato ha scritto la Famosissima “Alexander Platz”, infine Battiato ha scoperto, e lanciato, la Cantante Sybilla, scrivendo per lei la Canzone “OPPIO”.
    CIAO FRANCO…. ADDIO MAESTRO!!!!! Tu te ne sei andato “in punta di piedi”, ma ci hai lasciato un VERO PATRIMONIO ARTISTICO E MUSICALE!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>