David Gilmour conferma la fine dei Pink Floyd

di Redazione Commenta

David Gilmour ha confermato la notizia che nessun fan avrebbe mai voluto sentire, è arrivata la fine per i Pink Floyd.

Il chitarrista 69enne ha detto che sarebbe una “finzione” riformare la band con i suoi due ex compagni Roger Waters e Nick Mason, spiegando che l’iconica rock band ormai “ha fatto il suo corso”.

Queste le parole di Gilmour:

Ho chiuso. Sono stato 48 anni nei Pink Floyd, un bel po’ di quegli anni all’inizio con Roger. E quegli anni che adesso sono considerati come il nostro periodo di massimo splendore erano per il 95% musicalmente soddisfacenti e gioiosi e pieni di divertimento e risate. E di certo non voglio che l’altro 5% offuschi quello che è stato un lungo e fantastico periodo insieme.

Ha poi aggiunto:

Ma ha fatto il suo corso, abbiamo chiuso, e sarebbe una finzione tornare indietro e farlo di nuovo.

Ricordiamo che David Gilmour è entrato nella band nel 1967, due anni dopo la fondazione della band, che vedeva Syd Barrett, Nick Mason, Roger Waters, e Richard Wright. Syd Barrett lasciò il gruppo nel 1968 ed è scomparso nel 2006 mentre Richard Wright è morto nel 2008. A tal proposito Gilmour ha detto:

Farlo senza Rick sarebbe sbagliato. Non voglio assolutamente tornare indietro. Non voglio andare negli stadi e cantare sotto il vessillo [dei Pink Floyd]. Io sono libero di fare esattamente cosa voglio fare e come voglio farlo.

E a tal proposito il suo nuovo album solista, “Rattle That Lock”, uscirà il 18 settembre e farà seguito a  “On An Island”, uscito nel 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>