Miley Cyrus nuda batte i One Direction – Il video di Wrecking Ball

di Redazione Commenta

13 milioni di visualizzazioni in meno di 24 ore. Questo è stato il risultato ottenuto d Miley Cyrus con la pubblicazione del video di Wrecking Ball, secondo singolo estratto da Bangerez, il secondo album in studio della ex Hannah Montana in uscita l’8 ottobre 2013.

Come ha fatto a ottenere questo risultato? Ora ve lo spieghiamo.

Basta guardare il video di Wrecking Ball per comprendere perché questa struggente ballad abbia avuto un tale successo. La ex stellina ha deciso che il suo punto di forza è il suo corpo (anche se la forma fisica, rispetto a quella di molte sue colleghe, lascia un po’ a desiderare) e lo mostra come le si presenta l’occasione.

Agli MTV Video Music Awards Mily Cyrus ha voluto dimostrare di cosa sia capace facendo il twerk (scuotere il sedere in maniera ammiccante e provocante) con Robin Thicke. Un’esibizione che ha lasciato tutti senza fiato, ma non sempre in senso positivo. Si vocifera addirittura che Liam Hemsworth, il suo fidanzato attore, abbia deciso di lasciarla in seguito all’esibizione. La loro storia era in crisi già da tempo, e forse questa Wrecking Ball è la dimostrazione della fine di questa liason.

Miley Cyrus – Wrecking Ball – Video ufficiale

Fatto sta che Miley Cyrus si spogliata completamente per dire come si sente al suo presunto ex fidanzato, riuscendo così a soffiare il record appena ottenuto dai One Direction con la loro Best Song Ever. Per loro ‘solo’ 12.300.000, contro i 13 milioni di Miley.

Miley Cyrsu non si limita solo a spogliarsi nel video di Wrecking Ball, ma si lascia andare a più di un atteggiamento che dovrebbe essere sensuale (come leccare il martello) ma l’idea che ha avuto Terry Richardson, tra i più controversi fotografi del mondo, nonostante un po’ volgarità sembra essere stata molto apprezzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>